Dal mareFood

Rana pescatrice vs coda di rospo

Si chiama rana pescatrice o coda di rospo? Con questi due termini si indica lo stesso pesce, ma non sono esattamente sinonimi.

Rana pescatrice o coda di rospo, comunque lo vogliate chiamare questi due termini si riferiscono allo stesso pesce, il Lophius piscatorius, un animale molto pregiato utilizzato da molti grandi chef. Se è vero che si possono utilizzare entrambi i nomi comuni, in realtà coda di rospo assume un’accezione un po’ particolare, vi spieghiamo quale.

Rana pescatrice vs coda di rospo
Foto da Instagram / stefano_wick

Rana pescatrice

Tra rana pescatrice e coda di rospo partiamo dal primo: il pesce ama nascondersi nei fondali fangosi per cacciare le sue prede, e utilizza un sistema molto particolare che le valso il suo particolare nome. Gli esemplari femmina del pesce hanno una escrescenza sopra la fronte che assomiglia ad una canna da pesca, la cui estremità bulbosa si illumina al buio. Da qui il nome di rana pescatrice, il cui aspetto comunque rimane molto impressionante, soprattutto a causa dei denti estremamente affilati.


Coda di rospo

Passiamo al secondo termine tra rana pescatrice e coda di rospo: il termine rospo fa chiaramente riferimento all’altro nome con cui ci si riferisce al pesce, ma cosa è la parte che fa la differenza, visto che comunemente si utilizza per indicare un animale già lavorato e privato della testa. Se quindi rana pescatrice viene comunemente utilizzato per il pesce appena pescato, coda di rospo solitamente è utilizzato per il pesce già lavorato.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.