FoodFormaggi & Latticini

Quali croste del formaggio si possono mangiare?

Quando si tratta di crosta, se è morbida e cremosa solitamente è da mangiare assieme al formaggio. Se è dura va verificata la durezza e la pulizia.

Il formaggio è uno dei cibi più consumati al mondo e secondo gli esperti di Murray’s Cheese, la catena di negozi di formaggio più grande al mondo, la risposta alla domanda Quali croste del formaggio si possono mangiare? è che tutte le croste, scorze, bucce di formaggio sono commestibili.

crosta formaggio morbida

Katie Kirby, direttore marketing di Murray ha dichiarato che tutte le scorze di formaggio sono commestibili, ma non tutte sono appetibili.  In altre parole, teoricamente si potrebbero mangiare tutte le croste di formaggio ma molte sono concepite solo come protezione (es. quelle di cera) e nonostante ovviamente siano commestibili difficilmente potremmo giudicarle buone.

Il problema però è un altro: la pulizia e la contaminazione. La crosta del formaggio, nella maggior parte dei casi, è concepita come protezione. Questo significa che è quanto separa e protegge il formaggio dall’esterno: manipolazione, stoccaggio, sporco, trasporto. Considerate bene cosa può essere accaduto al vostro formaggio prima di arrivare sulla vostra tavola.


Croste morbide del formaggio

I formaggi con croste o bucce morbide come il brie, il camembert e alcuni formaggi a base di latte di capra offrono la crosta come parte integrante del formaggio, non solo in alcuni casi diverrebbe quasi impossibile toglierla ma soprattutto, senza crosta ne verrebbe meno il gusto e le sue caratteristiche.

Queste bucce o croste sono di muffa, lievito o funghi simili a un lievito che fioriscono in piccoli fiocchi all’esterno del formaggio ed è proprio la crosta che lo rende cremoso.

Croste dure del formaggio

I formaggi a crosta dura come per esempio Il Parmigiano Reggiano o il Grana Padano sono ovviamente commestibili totalmente, crosta compresa.

crosta formaggio dura

La crosta però può diventare incredibilmente dura e quindi difficile da mangiare ma in questi casi può essere usata in alcuni preparazioni in cucina come per insaporire minestre o zuppe.

In generale occorre assicurarsi che le croste siano pulite, senza cera o oltre protezioni similari perchè come abbiamo capito, quest’ultime, sono sicure ma probabilmente non hanno un buon sapore perchè non sono pensate per essere mangiate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.