BevandeHot TopicVini & Spumanti

Quale vino abbinare ai dolci di Carnevale

Sapete quale vino abbinare ai dolci di Carnevale per il brindisi più allegro dell’anno? Ecco alcune semplici indicazioni per non sbagliare.

Il Carnevale è un trionfo di sapori. Le specialità fritte e zuccherose la fanno da padrone e accompagnarle con un buon bicchiere è un piacere che vale la pena concedersi. Ma quindi, quale vino si può abbinare ai dolci di Carnevale? In questi casi una risposta univoca non c’è, ma seguendo alcune indicazioni è più facile non sbagliare.

vino dolci carnevale

Come scegliere il vino a Carnevale

L’arte degli abbinamenti si basa su un gioco continuo tra assonanze e contrasti. A Carnevale la situazione non cambia, anche se, in questo caso, è richiesta una certa coerenza. Per abbinare il vino giusto ai dolci di Carnevale vanno infatti considerate la varietà di questi e le loro caratteristiche, specie se ricorrenti come la frittura. Dei principi generali da cui partire potrebbero essere quelli di scegliere vini dolci, senza esagerazioni, non particolarmente complessi o alcolici. D’altra parte Carnevale – salvo i fritti – è anche la festa della leggerezza no?

abbinare vino dolci carnevale

Le bolle sono un’ottima opzione per accompagnare chiacchiere e frappe. Una buona idea, in questo caso è quella di scegliere vini con un certo dosaggio zuccherino. Meglio non extra brut o dosaggio zero, per intendersi. Il rosè può risultare invece un’ottima scelta. La parola d’ordine è freschezza. Anche qualche profumo, però, non guasta. Giocando sull’affinità invece il vino giusto da abbinare a dolci quali frappe e castagnole potrebbe essere un buon Passito. Corposo, profumato e dolce, ma attenzione a scegliere quello giusto: niente vini troppo dolci per evitare che il risultato risulti stucchevole.

vino carnevale

Allo stesso modo Vin Santo e moscato, possono essere una buona idea, sempre scegliendo con la giusta misura. Anche l’universo dei bianchi può essere esplorato senza troppi indugi. Preferibili vini freschi e aromatici: ottimo, per esempio, il marchigiano Verdicchio. Ma, per i meno timidi, anche i profumatissimi Gewürztraminer altoatesini o i fruttati Riesling. C’è solo l’imbarazzo della scelta e questi semplici principi vi daranno la base di partenza giusta per sperimentare e cercare l’abbinamento perfetto il vostro gusto e la vostra cucina.

I giovani al di sotto dell’età legale non dovrebbero bere alcol e in ogni caso il consumo di bevande alcoliche deve essere moderato. Bevete responsabilmente.

blank

Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.