FoodGastronomia

Purè perfetto, 5 trucchi da chef

Il purè è una di quelle preparazioni semplici che, se fatte a regola d’arte, sorprende sempre. Ecco 5 trucchi da chef per prepararne uno eccezionale, soprattutto col freddo dell’inverno.

Preparare il purè può non sembrare una questione complicata, ma bastano pochi trucchi da veri chef per rendersi conto di quanto anche una semplice ricetta può essere trasformata in un grande piatto. Scordatevi quindi bustine, acqua e pentolino, per fare un buon purè ci vuole un po’ di pazienza e tanta attenzione: ecco 5 trucchi da chef per prepararne uno con i fiocchi.

LEGGI ANCHE: Purè con latte caldo o latte freddo?

pure di patate trucchi da chef

1. Scegliere le patate giuste

Non tutte le patate sono uguali, di questo ve ne avevamo già parlato, ma il purè ne richiederebbe alcune particolari per ottenere il miglior risultato possibile. Solitamente l’indicazione è di scegliere tra le rosse e le bianche, ma un vero chef va oltre: la patata di Godia, per esempio, viene considerata tra le migliori, assieme all’Agata e la Monalisa, che ovviamente si trovano anche biologiche.

2. Con la buccia

Uno degli errori che si commette più spesso nel preparare il purè è di cuocere le patate senza buccia. Queste risultano meno saporite e tendono ad assorbire più acqua, entrambe caratteristiche che possono rovinare una ricetta perfetta. Quindi non vi resta che armarvi di spazzola e pulire attentamente la buccia, immergerle in acqua con abbondante sale. Basterà il passaggio nello schiaccia patate – o in un passalegumi – per separare la buccia dalla polpa.

Lo chef prepara il pure

3. Non usate il frullatore

Un errore comune è quello di usare il frullatore per ridurre le patate in purea: questa operazione non migliora la consistenza del purè, anzi, tende a rovinarlo! Questa preparazione dovrebbe risultare spumosa, mentre il veloce movimento delle lame frullatore libera l’amido contenuto nei tuberi, facendo compattare il tutto.

4. Frusta e burro freddo

Per evitare l’errore del passaggio precedente meglio optare per un po’ di pazienza, olio di gomito e frusta. Questa operazione dovrebbe essere fatta tenendo il purè a bagnomaria, attorno ai settanta gradi, incorporando burro freddo da frigorifero. Ricordatevi poi di servirlo caldo, in modo che il grasso rimanga ben intrappolato alle patate

pure trucchi chef burro freddo

5. Spezie e erbe aromatiche

Il tocco finale per ogni purè che si rispetti sono le spezie: in inverno cannella e noce moscata liberano profumi eccellenti, accompagnate magari da salvia fresca. Nel caso non abbiate troppi problemi di dieta poi servirlo con un paio di cucchiai di burro fuso, leggermente dorato, è il massimo della goduria. Provare per credere.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.