NutrizioneSalute

Proteine vegetali vs proteine animali, sono davvero uguali?

Un nuovo studio ha analizzato proteine vegetali e proteine animali una volta entrate nell’organismo notando evidenti differenze.

Quantità e qualità non sempre vanno di pari passo, almeno per quanto riguarda le proteine che troviamo negli alimenti. In particolare quando si tratta di proteine vegetali o proteine animali la differenza sarebbe proprio nella capacità del nostro organismo di trasformarle in blocchi utili al funzionamento del corpo. Una recente ricerca americana pubblicata sulla rivista Journal of Nutrition ha certato di fare luce sulla reale differenza tra i due tipi di proteine. Eliminare le proteine animali e passare ad un “sostituto equivalente” potrebbe, in fondo, non essere così semplice come sembra.

Proteine vegetali proteine animali

L’analisi di proteine vegetali e proteine animali

Scienziati americani guidati dal professor Robert Wolfe dell’Università per le Scienze Mediche dell’Arkansas hanno studiato la risposta fisiologica del corpo a livello molecolare dopo l’assunzione di proteine. Per lo studio 56 giovani adulti sono stati suddivisi in 7 differenti gruppi di controllo alimentare. Sotto indagine sono finite le proteine vegetali e le proteine animali di alimenti come filetto di manzo, lonza di maiale, uova, fagioli rossi, burro di arachidi, tofu e frutta a guscio. Il bilancio proteico netto dell’intero corpo dei partecipanti è stato valutato utilizzando grazie a dei liquidi di contrasto.

Le proteine non sarebbero tutte uguali

Dai risultati i ricercatori hanno scoperto come le fonti di proteine animali hanno portato ad maggiori risposte anaboliche rispetto a quelle di proteine vegetali. Secondo gli scienziati l’equilibrio proteico del corpo è aumentato maggiormente nei gruppi che hanno mangiato di manzo, maiale e uova. Allo stesso modo la sintesi proteica è aumentata di più nel gruppo della carne bovina rispetto ai gruppi che consumano vegetali come fagioli, burro di arachidi o frutta a guscio.

Per i ricercatori i dati mostrerebbero come l’assorbimento di proteine vegetali e proteine animali all’interno dell’organismo avvenga in modo differente. In questo senso, la stessa quantità di proteine equivalenti in termini numerici sulla carta potrebbe non avere lo stesso effetto all’interno dell’organismo. Questo perché le proteine non sarebbero “metabolicamente equivalenti”. 

Cosa significa per una dieta vegetariana o vegana

Per gli scienziati: “La nostra ricerca mostra come le proteine animali e le proteine vegetali non possono essere considerate equivalenti o sostituti l’uno dell’altro quando si sviluppano modelli alimentari, visti i loro effetti fisiologici unici”. Ha detto Robert Wolfe che ha condotto la ricerca. Le proteine animali in genere rendono aminoacidi essenziali più facilmente disponibili. Quello che questa ricerca mostra in particolare è come faciliterebbero anche la sintesi proteica. Questo andrebbe tenuto in considerazione quando di sceglie di passare a diete vegane o vegetariane.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.