FoodPane & Pasta

Pelmeni, i misteriosi ravioli siberiani

I pelmeni sono dei misteriosi ravioli siberiani simili alla nostra pasta ripiena più classica: potrebbero nascondere il segreto della diffusione di questo tipo di piatto nel mondo.

Dei misteriosi ravioli siberiani conosciuti come pelmeni potrebbero nascondere il segreto della passione italiana per la pasta ripiena. Si tratta infatti di un piatto praticamente identico ai nostri tradizionali ravioli, con tutte le annesse declinazioni regionali, e qualcuno sostiene che possano essere stati una fonte di ispirazione per il nostro piatto. Oggi vengono preparati quasi esclusivamente in siberia, dove sono considerati il piatto del popolo per eccellenza.

Pelmeni ravioli siberiani

La misteriosa storia dei pelmeni

Non esiste una teoria accettata all’unanimità sulla storia della pasta nel mondo, tanto meno per quella ripiena. È ragionevole pensare che un impasto primitivo di farina e acqua fosse alla portata di molti popoli sparsi per il mondo, «inventato» parallelamente senza bisogno di particolari influenze. I pelmeni potrebbero essere nati così, come un modo semplice per conservare un ripieno di carne durante gli spostamenti per la caccia nell’aspro territorio siberiano.

Alcuni esperti però sostengono che i pelmeni possano essere stati ispirati dai ravioli cinesi, come gli Wonton o Jiaozi, e che siano una possibile traccia della diffusione di questo piatto nel mondo, europa compresa. Se così fosse, potrebbe essere il caso che anche i nostri ravioli siano stati cucinati sulla falsariga dei cugini asiatici? La maggior parte degli storici concorda che il raviolo italiano sia nato proprio nello stivale, ma è interessante porsi la domanda.

misteriosa storia pelmeni

Oggi i pelmeni rimangono un piatto prevalentemente diffuso in Siberia, saldamente aggrappati alle tradizioni gastronomiche locali: ricetta povera per eccellenza, i lavoratori se la portavano dietro e la consumavano senza piatto né posate. Di questi ravioli siberiani esistono moltissime versioni, ognuna personalizzata secondo un’antica tradizione di famiglia, e ciascuna ricetta che si incontra giura di essere l’originale.

Come si fanno i pelmeni

Il ripieno dei pelmeni per eccellenza è la carne, non di un unico animale: c’è maiale, manzo e agnello, tutti tritati finemente. Secondo alcune fonti è meglio abbondare con il manzo, secondo posto per l’agnello e solo un po’ di maiale, ma come anticipato esistono innumerevoli versioni. Assieme alla carne nel ripieno dei ravioli siberiani solitamente si aggiunge la cipolla soffritta.

come si fanno pelmeni

Per l’impasto invece si può optare per un semplice impasto di acqua e farina o si può aggiungere anche qualche uovo, per una pasta più ricca e saporita. A questo punto si stende la pasta, si ricavano dei cerchi di un discreto diametro (almeno 2 cm) e li si riempie con abbondante impasto. Cuociono in appena due minuti e solitamente, almeno nelle versioni più moderne, vengono accompagnati con panna acida.

TOPIC pastaravioli
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.