Dolci & PasticceriaFood

Maschere di pasta frolla senza lattosio per Carnevale

Le maschere senza lattosio per Carnevale sono un’ottima alternativa ai dolci fritti tipici di questo periodo dell’anno. Ci sono le chiacchiere, i bomboloni, le castagnole, le cartellette e si può andare avanti per giorni. Da nord a sud si susseguono tradizioni dolciarie immerse nell’olio bollente. Oggi sarò controcorrente e vi proporrò una pasta frolla leggerissima, naturalmente priva di lattosio, facilmente modellabile e adatta anche alle piccoli manine dei bambini. La sua particolarità è di assumere la forma di simpatiche mascherine ed essere decorata a festa.

maschera frolla senza lattosio carnevale
Preparazione:
10 minuti
Difficoltà:
bassa
Cottura:
10-12 minuti
Costo:
basso
Preparazione: 10 minuti
Difficoltà: bassa
Cottura: 10-12 minuti
Costo: basso

Ingredienti per una teglia:

  • 125 g di farina
  • 50 g di zucchero semolato
  • 35 g di olio di semi
  • 30 g di acqua
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
  • Scorza di arancia non trattata q.b.
  • 1 tuorlo
  • Zuccherini colorati q.b.

Preparazione

In una ciotola versare la farina e mescolarla con il lievito. A parte sciogliere lo zucchero nei liquidi (olio e acqua). Versare la miscela ottenuta nella ciotola delle polveri (farina e lievito). Mescolare prima con una forchetta e appena possibile completare con le mani. Avvolgere la pasta frolla in pellicola o carta da forno e far riposare in frigorifero per 30 minuti. Stendere con l’aiuto del mattarello e ritagliare le mascherine.

stendere pasta frolla

Spennellare i biscotti con il tuorlo e decorare a fantasia con gli zuccherini.

spennellare biscotti

Cuocere in forno caldo preriscaldato a 200°C e cuocere per 10-12 minuti o fino a doratura.
Sfornare e far completamente raffreddare prima di servire.

sfronare decorare

Così avrete portato a tavola un dolce leggero e sano, ottimo per conquistare l’attenzione dei più piccoli con il suo aspetto originale. Provare per credere.

blank
Autrice del blog di cucina "I biscotti della zia". Assaggiatrice del mondo, curiosa e vorace di sapore nuovi. La cucina è stata la mia salvezza ed oggi è diventata la mia vera passione.