AmbienteBevande

La tazza da takeaway riutilizzabile fatta con la buccia dei chicchi di caffè

Un'azienda australiana ha ideato dei bicchieri riusabili da asporto per le bevande calde e un sistema di riciclo che evita la produzione di rifiuti

Una tazza da takeaway sostenibile prodotta con gli scarti dei chicchi di caffè. Huskee, prodotto ideato in Australia dall’omonima azienda, si prefigge come obbiettivo quello di ridurre le grandi quantità di bicchieri usa e getta nei quali le grandi catene di caffetterie servono cappuccino e latte macchiato. Ogni anno, riporta l’azienda stessa, vengono prodotte circa 600 miliardi di tazze monouso e il 99,75 per cento di queste non viene riciclato.

Tazza caffe takeaway sostenibile

Com’è fatta l’HuskeeCup

Huskee ha creato un percorso di economia circolare che potrebbe evitare che gran arte di questi rifiuti finiscano nelle discariche. La tazza è infatti prodotta con un biopolimero da un materiale molto particolare: la buccia che protegge i chicchi di caffè. Questa parte viene eliminata prima della tostatura dei chicchi, trasformandosi subito in scarto organico. Ogni anno ne vengono buttate circa 1,35 milioni di tonnellate. Huskee lo ha valorizzato come materia prima combinandolo con una plastica, il polipropilene. La soluzione, studiata per garantire la durevolezza nel tempo del prodotto e per ragioni di design, non compromette la sua riciclabilità. Alla fine del suo ciclo di vita, garantisce l’azienda, la tazza viene infatti usata per creare nuovi prodotti.


Il ritiro delle tazze

Per favorire questo ciclo virtuoso, Huskee ha introdotto anche un meccanismo di cambio tazza, HuskeeLap. Chi acquista una HuskeeCup può chiedere all’azienda di ritirare la tazza ormai rovinata. Il sistema si allarga anche ai singoli bar e alle grandi catene per spingerle ad abbandonare l’usa e getta.  I locali che compiono questo passaggio scegliendo Huskee diventano dei punti di ritiro: quando il cliente in possesso di una HuskeeCup si presenta al bancone del bar per chiedere un caffè, il cameriere glielo serve in una nuova tazza igienizzata professionalmente e ritira quella vecchia. Questa, se ancora in buone condizioni, verrà a sua volta lavata e immessa di nuovo in circolazione.

Le caratteristiche dell’HuskeeCup

L’HuskeeCup, assicura l’azienda, è un perfetto sostituto delle tazze monouso. Grazie al coperchio, prodotto sempre con la buccia dei chicchi di caffè, mantiene la bevanda calda più a lungo. È comoda da tenere in mano durante una passeggiata, il materiale non è tossico (BPA free) e, al contrario dei bicchieri classici, può essere lavata in lavastoviglie. Infine ci sono tre versioni del recipiente diverse in base alla quantità di liquido contenibile.

HuskeeCup tazza sostenibile

Una soluzione contro il monouso

Un’ottima soluzione per coloro che non vogliono rinunciare al piacere di gustarsi un buon caffè mentre camminano o guidano in direzione del luogo di lavoro o verso casa. Ma che allo stesso tempo desiderano dare il proprio contributo alla lotta contro i rifiuti per un ambiente più pulito boicottando i prodotti monouso. Insomma, con una tazza riutilizzabile i dipendenti da caffeina non dovranno più sentirsi in colpa per i numerosi bicchieri gettati ogni giorno nel cestino.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.