AttualitàLifestyle

«La Carne oltre la Carne» il reportage della scuola Walter Tobagi vincitore del premio Cigierre

La Compagnia Generale Ristorazione (Cigierre) ha premiato il lavoro di cinque studenti della Scuola di giornalismo Walter Tobagi sul futuro dell’alimentazione.

Un argomento molto complesso quello al centro del lavoro del gruppo premiato di studenti della Scuola di giornalismo Walter Tobagi: il futuro della carne e dell’alimentazione. Il reportage – valso loro un premio da 10 mila euro – ha conquistato la giuria grazie alla capacità di spiegare la tematica in modo semplice ed esaustivo, tra scienza, etica e ambiente.

scuola Walter Tobagi premio Cigierre

L’articolo vincitore e gli autori

Sono cinque studenti della Scuola di giornalismo Walter Tobagi i vincitori del premio promosso da Cigierre. 10 mila euro per aver saputo interpretare un argomento difficile e complesso come quello del futuro della carne e dell’alimentazione. La loro ricerca ha avuto origine dall’assaggio di Beyond Burger, un hamburger completamente vegetale della catena californiana Beyond Meat capace di imitare perfettamente le versioni tradizionali a base di carne. L’idea di Marco Capponi, Andrea Ciociola, Marco Vassallo, Marco Bottiglieri e Giacomo Cadeddu è stata quella di approfondire e studiare «La carne oltre la carne», dando così una voce ai pionieri della carne alternativa. Gli aspiranti giornalisti della Scuola Walter Tobagi hanno approfondito, analizzando anche le tecnologie utilizzate, tutti gli aspetti che permettono di riprodurre hamburger sostenibili che assomigliano su tutti i fronti a quelli classici.


Parola ai premiati e alla giuria

Tanti gli apprezzamenti da giornalisti, chef e manager che componevano la giuria. Marco Di Giusto, amministratore delegato di Cigierre consegnando il premio ha sottolineato: «L’argomento non è stato ancora recepito dal grande pubblico e gli autori sono riusciti a trattarlo con semplicità e chiarezza, rendendolo comprensibile, con un evidente lavoro di ricerca». Sono intervenuti anche Gabriele Principato, autore dell’inserto Cook del Corriere della Sera, evidenziando il difficile compito di «evitare il rischio: strano ma vero» in ambito giornalistico e lo Chef stellato Giancarlo Perbellini, che ha premiato la ricchezza dell’argomento. Gli stessi vincitori si sono dichiarati soddisfatti del lavoro svolto, nonostante la difficoltà dell’argomento scelto sono infatti riusciti a «rendere fruibile una complessità scientifica del genere»; queste sono state le parole del portavoce del gruppo Marco Vassallo.

La scuola di giornalismo Walter Tobagi

All’interno del Polo di Mediazione interculturale dell’Università degli Studi di Milano si trova la Scuola di giornalismo Walter Tobagi, un biennio di formazione per tutti coloro che desiderano diventare giornalisti. Un percorso didattico, riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti come sede di praticantato, che prepara 30 studenti, già in possesso di una laurea almeno triennale, al corretto esercizio dell’attività giornalistica. Le ore di formazione sono suddivise sia in attività accademiche per apprendere le competenze culturali, sia pratiche con laboratori, praticantato e stage all’interno di redazioni giornalistiche.

Un progetto che guarda al futuro, forse neanche troppo lontano, firmato dalla Scuola di giornalismo Walter Tobagi che ha voluto sottolineare l’importanza di un domani rispettoso del pianeta.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.