AmbienteEcologia

La carne in provetta inquina di più di quella normale

La produzione di carne in provetta potrebbe provocare più danni per l’ambiente della carne che arriva dagli allevamenti. A dirlo una ricerca inglese.

La carne in provetta è spesso presentata come la soluzione «green» al pressante problema dell’aumento dei consumi di carne. A livello mondiale la domanda di proteine animali è in aumento per via del cambiamento degli stili di vita di grandi bacini di popolazione come Cina e India.

Secondo la FAO almeno il 15% dei gas serra emessi nell’atmosfera deriva proprio dall’allevamento animale. Non sorprende quindi l’idea di come saltare il processo di allevamento e arrivare direttamente alla carne partendo da cellule venga presentato come una possibile salvezza non solo per il destino di milioni di animali ma, per il pianeta stesso. Eppure, secondo una recente ricerca della Oxford Martin School in Inghilterra, non sarebbe esattamente così.


LEGGI ANCHE: Carne in laboratorio, la fantascienza a portata di mano

la carne in laboratorio inquina di piu

La carne in provetta inquina di più

A fare la differenza, secondo i ricercatori britannici, sono le implicazioni a lungo termine di crescere la carne in laboratorio. Fino ad ora le stime che hanno presentato la carne in provetta come la soluzione più ecologica, si sono limitate a considerare le emissioni di metano «evitate» grazie alla coltura in laboratorio. Nel nuovo modello invece è stato individuato come, nel lungo periodo, la fabbricazione di carne a partire da cellule animali abbia di fatto un maggiore impatto ambientale rispetto all’allevamento in stalla.

LEGGI ANCHE: Anche il manzo Wagyu sarà prodotto in laboratorio

carne in provetta energie rinnovabili

Il problema deriva dal fatto che, se è pur vero che il metano prodotto dagli animali allevati ha un impatto più forte sull’effetto serra, il gas rimane in atmosfera «solo» per una dozzina d’anni. Al contrario, l’anidride carbonica, altro gas responsabile dell’effetto serra, perdura nell’atmosfera per centinaia di anni. Produrre carne da cellule animali evita le emissioni di metano ma, siccome richiede una grande quantità di energia per i macchinari in laboratorio, finirebbe infine per inquinare di più a lungo termine per via delle emissioni di CO2.

Il problema della carne in provetta sono le energie rinnovabili

I ricercatori ammettono che il panorama potrebbe cambiare in futuro se, e quando, le fonti di produzione di energia si allontaneranno dai combustibili fossili. Alimentare il processo di cultura con fonti rinnovabili potrebbe fare tutta la differenza. Questo futuro appare tuttavia ancora lontano. Non solo, l’impatto a lungo termine sull’atmosfera non è l’unica preoccupazione dei ricercatori. A porre dei quesiti è anche un altro tipo d’inquinamento: quello chimico.

carne in laboratorio inquina di piu

L’allevamento animale tradizionale produce inquinamento di suolo e acqua. La produzione in laboratorio eviterebbe questo problema ma ne porterebbe con sé degli altri. La carne «artificiale» richiede diverse componenti chimiche e organiche come terreni di coltura e ormoni per permettere alle cellule di crescere e moltiplicarsi fino a raggiungere le dimensioni desiderate. Queste componenti andrebbero comunque smaltite in modo responsabile.

Produrre carne in provetta risolve certo il grande problema etico che nasce dall’allevamento e dalla macellazione animale. Sul fronte della salvaguardia ambientale tuttavia i confini non sono così definiti e il dibattito rimate più aperto che mai. Difficile prevedere se queste perplessità basteranno a rivalutare l’intero processo, soprattutto considerando che le prime «carni artificiali» dovrebbero arrivare sugli scaffali a prezzi competitivi già nei prossimi anni.

LEGGI ANCHE: La carne in provetta non è carne: USA contro la carne in laboratorio

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.