AttualitàLifestyle

Il tonno in scatola non piace ai millennial

Tra le cose finite nel vortice dei capricci dei millennial anche il tonno in scatola. Le vendite sono dimezzate negli ultimi anni. Molti non possiedono nemmeno un apriscatole.

Anche il tonno in scatola potrebbe finire tra le tante vittime dei capricci dei millennial. Dopo il tè freddo, l’abitudine di cucinare a casa e la tradizione della birra al pub, ora a fare i conti con il cambiamento generazionale è un’altra veneranda tradizione: i prodotti in scatola. Il tonno è quello maggiormente a rischio ma, pare che tutti i prodotti in scatola non raccolgano più la simpatia delle nuove generazioni. La situazione è talmente grave che, a quanto pare, una quota non indifferente di millennial non possiede nemmeno un apriscatole in casa.

Tonno in scatola nel mirino dei millennials

Tonno in scatola nel mirino dei millennial

Per i produttori di tonno in scatola la situazione è preoccupante. Secondo il Wall Street Journal, le vendite di tonno in scatola sono crollate del 42% negli ultimi 30 anni. Soltanto il 32% delle persone tra 18 e 34 anni ha comprato pesce in scatola nell’ultimo mese rispetto al 45% degli over 55. Il dibattito è aperto sulle motivazioni. Se sia la preferenza a prodotti di tendenza «freschi» e meno lavorati o soltanto la rinomata pigrizia dei millennial per anche l’aprire una scatoletta di tonno rappresenta uno sforzo troppo grande resta ancora da stabilire.

Il tonno in scatola non piace più ai millennials

Fatto sta che i grandi produttori di tonno e di altri prodotti in scatola come fagioli e piselli stanno tentando di correre ai ripari con mosse disperate. Per catturare la mutevole attenzione dei millennial stanno nascendo confezioni più accattivanti della scatoletta di latta, prodotti con gusti «trendy» o addirittura alcune compagnie sperano di poter far passare il tonno come uno «snack salutare». Se non si stesse parlando di pesce si potrebbe dire che siamo alla frutta.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.