AmbienteAttualità

Il telo da spiaggia fatto con la plastica raccolta in mare

L'asciugamano sfrutta un materiale prodotto dal progetto Seaqual che rigenera i rifiuti riportati a riva dai pescatori e le classiche bottiglie PET

Distendersi su un telo mare creato con la plastica raccolta nel mar Mediterraneo. Le persone che anche in vacanza non abbandoneranno lo stile di vita plastic free, quest’estate avranno la possibilità di sensibilizzare i vicini di ombrellone grazie a un asciugamano da spiaggia prodotto in buona parte con plastica rigenerata.

telo spiaggia plastica

Il progetto Seaqual

La plastica sfruttata per la produzione del telo da spiaggia è quella di Seaqual, iniziativa con base a Girona (Spagna) che promuove la raccolta dei rifiuti nel mar Mediterraneo da parte dei pescatori. Le fibre di poliestere ottenute grazie all’upcylcing della plastica possiedono le stesse proprietà fisiche del poliestere vergine, assicura Seaqual. Nascono combinando un 10 per cento della spazzatura riportata in terraferma dai pescatori e da un 90 per cento di plastica PET di consumo quotidiano, come quella delle bottiglie dell’acqua. Una volta ridotto tutto in piccoli trucioli, viene prodotto il nuovo filato destinato a vari tipi di impieghi: dagli accessori all’automotive, dall’arredamento all’abbigliamento. Dall’inizio della sua attività, Seaqual ha raccolto 99 tonnellate di plastica nel Mediterraneo ma anche lungo le coste di Francia e Spagna che si affacciano sull’Atlantico, e ha avviato collaborazioni con brand e attività produttive di 46 paesi.


Il telo mare  in plastica riciclata

L’idea è della Ab Print Consulting, azienda emiliana attiva nel settore della comunicazione aziendale, specializzata in promotional & gift. Il telo mare fa parte del progetto Stylla, linea di su prodotti “eco-sostenibili e rispettosi del nostro mondo” con cui la società ha deciso di impegnarsi per la tutela dell’ambiente. Il 40 per cento dell’asciugamano è realizzato in filato PET riciclato, mentre il rimanente 60 è in cotone riciclato. Il processo produttivo, sostiene l’azienda, è completamente ecologico: il tessuto non viene tinto per risparmiare acqua ed energia e non vengono utilizzate vernici, candeggina o altri materiali chimici.

telo plastica riciclata

Uno sforzo collettivo

Oltre ai pescatori, la comunità che lavora con Seaqual è composta anche da organizzazioni non governative e semplici volontari che svolgono attività di pulizia lungo le spiagge. Spiagge sulle quali la plastica tornerà, ma sottoforma di un telo mare grazie a Stylla. Acquistabile online, il 5 per cento dei profitti verrà devoluto in beneficenza proprio alle numerose realtà impegnate a eliminare i rifiuti dall’ambiente.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.