FoodGastronomia

Il ramen perfetto raccontato dal film giapponese Ramen Heads

Il ramen e tutti i suoi segreti raccontati nel film documentario Ramen Heads che celebra uno dei piatti tradizionali giapponesi più famosi e amati nel mondo, partendo dal noto ramen shop Tomita Ramen.

Il ramen, secondo piatto giapponese più conosciuto e più amato al mondo dopo il sushi, potrebbe essere erroneamente e riduttivamente descritto come una semplice zuppa di noodle. La sua ricetta, in realtà, richiede maestria e preparazione e si basa su un complesso equilibrio di ingredienti, sapori e consistenze. Generalmente viene cucinato con brodo di carne (cotto e mescolato per 12-24 ore), uova e noodles e può essere insaporito con salsa di soia o di miso ma le varianti sono infinite.

Il ramen perfetto raccontato dal film giapponese Ramen Heads dettaglio

Ottenere un ramen dal sapore intenso e caratterizzante è un arte. Lo sa bene lo chef Tomita, del famoso Tomita Ramen shop in Giappone, che ne svela i segreti nel corso del film-documentario Ramen Heads. Questo film, già acclamato dalla critica e selezionato da alcuni dei più noti festival cinematografici internazionali, parte dal regno del ramen e conduce lo spettatore attraverso un lungo e immersivo reportage su questo piatto tradizionale giapponese, unico e affascinante.

Tomita Ramen, tappa imperdibile per gli amanti del Giappone

Come direbbero gli inglesi, il ristorante Tomita Ramen è un must-visited in Giappone, ovvero un luogo cult tanto per gli appassionati di ramen quanto in generale per gli amanti del cibo e della cultura giapponese. Il Tomita Ramen si trova nella città di Matsudo, ed è stato valutato da critici ed esperti come uno dei migliori ramen shop di tutto il paese. Aperto dal 2006, ha vinto innumerevoli premi tra cui il noto Tokyo Ramen of the Year.

Il ramen perfetto raccontato dal film giapponese Ramen Heads Chef Tomida

Come tanti altri ramen shop è un posto piccolissimo e caratteristico, con solo 11 posti su due banconi, ed aperto dalle 11 di mattina fino a sera. I visitatori sono talmente tanti che lo staff ha dovuto sviluppare un sistema di biglietteria digitalizzato per fare la fila e conquistare uno dei piatti prelibati. A rendere davvero speciale questo posto è la bravura e la devozione dello chef Tomita, riconosciuto come il «campione in carica della zuppa di spaghetti più famosa del mondo».

Ramen Heads, viaggio alla ricerca del ramen perfetto

Il film documentario Ramen Heads, dell’esordiente ma talentuoso documaker televisivo Shigeno, segue i giorni che hanno preceduto il 10° anniversario del ristorante del cuoco Osamu Tomita. Le telecamere riprendono una giornata tipo presso il ramen shop, catturando i segreti del cuoco di ramen più famoso del mondo nonché le fasi del meticoloso processo di preparazione e lavorazione. Il suo approccio alla realizzazione della perfetta zuppa con noodle è impeccabile e quasi ossessivo così come la conoscenza e la selezione delle materie prime.

Il film indaga non poco sulla figura dello chef Tomita, devoto al suo lavoro e al suo piatto preferito; non si riposa quasi mai, passa ore a studiare ingredienti di altissima qualità, mescola ogni giorno a mano farine di grano provenienti da ogni parte del Giappone, quando può fa visita ad altri ramen shop e si addormenta accanto a pile di riviste di cucina. Ma il vero protagonista del film è il ramen, accattivante piatto unico da sorseggiare rumorosamente da un cucchiaio in religioso silenzio, come vuole la tradizione giapponese.

Il ramen perfetto raccontato dal film giapponese Ramen Heads

Come spiega Tomita, il brodo può essere a base di maiale o pollo, provenienti da regioni diverse del paese, o fatto con pesci di prima qualità, tra cui vongole e sardine secche. Fondamentale è l’aggiunta di altri ingredienti accuratamente scelti e posizionati, quali germogli di soia e uova sode, nonché una combinazione bilanciata di note aromatiche.

Il ramen perfetto raccontato dal film giapponese Ramen Heads staff

L’altro elemento essenziale del ramen sono i noodles. Quelli di Tomita, frutto di anni di anni di studio, hanno un gusto ricercato e inconfondibile e una consistenza spessa e oleosa, ma la sua ricetta è top secret. Lo chef, insieme ai suoi assistenti in cucina, ama inoltre sperimentare colori, viscosità, età e composizioni diverse in qualsiasi momento del giorno o della notte. Insomma, preparare il ramen richiede talento, passione e precisione.

Non solo Tomita Ramen: storia, origini e diffusione della zuppa di noodles

Oltre al Tomita, Ramen heads mostra anche altri cinque importanti ristoranti di ramen in Giappone, ognuno con una propria filosofia e sapore, esemplificando i vari aspetti del mondo e delle caratteristiche di questo piatto. Non manca anche un breve approfondimento sulle radici storiche del ramen, di origini decisamente umili.

Il ramen perfetto raccontato dal film giapponese Ramen Heads ciotola

Nato come sostanzioso pasto che può essere preparato in grandi quantità a basso costo e che può essere mangiato rapidamente. Dopo la sconfitta giapponese nella seconda guerra mondiale, i ristoranti e le bancarelle hanno ripreso dalla Cina l’idea dell’aggiunta di pasta alle zuppe, e hanno inserito questo piatto unico tra le loro proposte. Al giorno d’oggi, il Giappone ospita innumerevoli festival di ramen e questa ricetta è oramai nota e diffusa in tutto il mondo.

blank

Nomade digitale, docente di social media marketing e scrittrice, appassionata di viaggi, arte, tecnologia e alimentazione vegetariana e vegana. In cucina ama prendere spunto dalle sue passioni, aggiungendo ingredienti naturali e un pizzico di creatività.