Intolleranze e allergieSalute

Il gluten free ridurrebbe il gonfiore, lo dice uno studio danese

Per combattere il gonfiore di stomaco meglio alimenti senza glutine. Un gruppo di università danesi ha messo in luce gli effetti sul corpo di cibi integrali e gluten-free.

Gli alimenti gluten free sarebbero indicati per ridurre il gonfiore di stomaco. È quanto emerge da una ricerca durata 6 anni del consorzio 3G che riunisce diverse unità della Danimarca in tema di alimentazione. La ricerca ha messo in luce gli effetti sull’organismo di un aumento del consumo di prodotti integrali e prodotti senza glutine.

LEGGI ANCHE: Quali sono le farine senza glutine

senza glutine per combattere il gonfiore

Mangiare gluten free potrebbe ridurre il gonfiore

Il fenomeno è dovuto principalmente per via del cambiamento della flora batterica presente nel nostro intestino. Una dieta povera di glutine infatti ha cambiato radicalmente la composizione della flora batterica, in particolare portando alla quasi scomparsa dei bifidobatteri. La scomparsa di questi batteri benefici non è tanto dovuta all’assenza di glutine, quanto piuttosto alla mancanza dei carboidrati che vengono assunti in una dieta ricca di grano, orzo e segale e che mancano invece in una dieta gluten-free.

LEGGI ANCHE: Gli additivi alimentari possono causare la celiachia?

alimenti senza glutine gonfiore di stomaco

Proprio a causa di questo cambiamento, diversi partecipanti alla ricerca hanno mostrato un minore gonfiore di stomaco mangiando prodotti senza glutine rispetto a coloro che avevano mantenuto una dieta normale. Per i ricercatori la nuova conformazione della flora batterica intestinale produce meno gas, aiutando quindi a ridurre la spiacevole sensazione.

Pane integrale per ridurre le infiammazioni

L’altra parte dello studio ha invece voluto verificare gli effetti di un consumo elevato di prodotti integrali. In questo caso, quando le persone hanno sostituto prodotti tradizionali con prodotti integrali, gli indici dei livelli di infiammazione del corpo sono scesi nel tempo. Rispetto ad una dieta ricca di prodotti privi di glutine, in questo caso la composizione della flora batterica intestinale non è cambiata in modo significativo.

Pane integrale ridurre infiammazioni

Secondo i ricercatori danesi tuttavia una dieta a base di pane e prodotti integrali potrebbe aiutare a prevenire problemi cardiovascolari e rinforzare l’organismo contro il diabete di tipo 2. In particolare il pane di segale pare abbia avuto effetti importanti sul livello di infiammazione nei casi presi in considerazione. In questo caso una dieta senza glutine non ha avuto effetti di rilievo sui livelli di infiammazione nel corpo.

LEGGI ANCHE: I batteri dell’intestino ci dicono cosa mangiare

Fonte: Technical University of Denmark

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.