AmbienteEcologia

Il glifosato è sicuro, lo dice l’EFSA

Il glifosato sarebbe sicuro secondo l’EFSA, l’ente europeo per la sicurezza alimentare. Alle dosi attualmente riscontrabili in alcuni alimenti non sarebbero infatti pericolosi, nemmeno per gli animali da allevamento.

Il glifosato è sicuro secondo l’EFSA l’autorità europea con sede a Parma che si occupa di sicurezza alimentare. Queste le conclusioni dopo aver esaminato nuovamente i livelli di glifosato presente in alcuni alimenti europei – quantità minime di questo pesticida sono tollerate dall’organismo secondo l’ente – tecnicamente definiti come livelli massimi di residui o LMR. I campioni analizzati provengono da tutta Europa e non sarebbero un pericolo nemmeno per gli animali da allevamento.

Il glifosato e sicuro lo dice l EFSA

Glifosato sì, glifosato no

Di glifosato abbiamo già parlato parecchio, spiegando dove si trova in Italia e raccontando della decisione dell’UE di continuare ad utilizzarlo. Ora l’EFSA sembra confermare i suoi precedenti risultati, in linea con quanto già detto dalla FAO e dall’OMS, ma meno concordi con il parere dello IARC, che ha comunque indicato questo pesticida come un «probabile cancerogeno per l’uomo».

Il glifosato e sicuro lo dice l EFSA

Secondo EFSA con gli attuali livelli di glifosato rilevati nei campioni di alimenti «non si ravvisa un rischio per la salute dell’uomo». Esistono infatti delle quantità tollerabili di questo pesticida, non sufficienti ad arrecare alcun danno agli esseri umani. L’ente però è andato oltre, confermando anche che queste percentuali non sono sufficienti per mettere in pericoli gli animali da allevamento come pecore, cavalli, polli maiali o bovini.

TOPIC glifosato
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.