FoodGastronomia

Il fungo che sa di pollo

Nelle foreste di Stati Uniti ed Europa si nasconde un segreto: il fungo che sa di pollo! Una specialità unica che risulta anche piuttosto versatile in cucina.

Il suo vero nome è Laetiporus sulphureus ed è l’unico fungo che sa di pollo. Grazie a questa caratteristica del mondo anglofono viene anche chiamato, a ragione, the chicken of the woods, ossia la gallina dei boschi.

fungo sa di pollo

La gallina dei boschi, il fungo che sa di pollo

La natura ci riserva sempre innumerevoli sorprese e una di queste è sicuramente il Laetiporus sulphureus, un fungo che sa di pollo, nota anche, infatti, come gallina dei boschi. Si tratta di un fungo piuttosto vistoso che cresce sui tronchi di latifoglie mature o cadute. La sua struttura è costituita da più strati di un colore acceso che va dal giallo all’arancione. Il suo punto forte è, tuttavia, il sapore che ricorda, appunto, la carne di pollo. Questo fungo non può essere consumato crudo ma, in compenso, può essere cucinato e consumato in molti modi diversi.

gallina dei boschi

LEGGI ANCHE: Le 5 migliori app per andare a funghi

Gli chef lo preparano spesso all’interno di omelette oppure di fritture, ma anche come ingrediente di sughi oppure cucinato esattamente come si trattasse di nuggets di pollo, ossia impanato e fritto. Il Laetiporus sulphureus è molto amato da vegetariani e vegani come valida alternativa alla carne. Esistono diverse specie della famiglia Laetiporus, molto simili all’originale fungo che sa di pollo, ma, tuttavia, non commestibili. Detto ciò se si trovano funghi di questo tipo sui tronchi di conifere o di piante di eucalipto è bene lasciar perdere e passare oltre.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.