BevandeStoriaTè & Caffè

Grolla e Coppa dell’Amicizia: design della tradizione valdostana

Grolla e Coppa dell’Amicizia: due oggetti di legno pregiato, nati come contenitori per bevute conviviali, che con il tempo si sono evoluti, fino a diventare simboli della tradizione e della storia della regione Valle d’Aosta.

La Grolla è probabilmente il prodotto artigianale più noto della Valle d’Aosta: un calice da vino con coperchio, ricavato da un unico pezzo di legno. Viene realizzata al tornio e successivamente decorata a mano. Il termine sembrerebbe derivare da graal, che in lingua d’Oil del Medioevo, significa recipiente.

grolla

La Coppa dell’Amicizia è, invece, un’elaborazione della tradizionale ciotola in legno: un recipiente basso e panciuto con coperchio e diversi beccucci, che viene utilizzata essenzialmente per condividere il caffè alla valdostana.

Il caffè alla valdostana

Gli ingredienti per preparare il classico caffè alla valdostana sono:

  • 4 tazze di caffè bollente
  • 4 bicchierini di grappa
  • 1 bicchierino di Genepy
  • Scorze di limone e arancia
  • 10 cucchiaini di zucchero
Coppa dell amicizia valle d aosta

È necessario scaldare il tutto in un pentolino e, quando abbastanza caldo, versarlo nella Grolla o nella Coppa dell’Amicizia. Si cosparge il bordo di zucchero e si bagna con la grappa. Si dà, poi, fuoco all’alcool che si sprigiona dall’interno, mescolando con un cucchiaio di legno, fino a quando lo zucchero sui bordi non è ben caramellato. Infine, è necessario soffocare la fiamma con il coperchio. L’utilizzo di legno pregiato, quale il noce, conferisce al caffè alla valdostana un sapore particolare e aiuta al mantenimento della temperatura.

La tradizionale condivisione

Coppa dell amicizia scorza zucchero

La tradizione è quello di bere il caffè alla valdostana in compagnia, passando il recipiente di mano in mano. Difficilmente, però, si deve sempre dallo stesso beccuccio, conferendo così al rito un tocco di promiscuità che crea aggregazione e coinvolgimento. L’usanza di bere in compagnia da un unico calice ha origini lontane: era diffusa presso i greci, i romani e gli ebrei, per essere poi santificata durante l’ultima cena, diventando un vero e proprio rito.

I giovani al di sotto dell’età legale non dovrebbero bere alcol e in ogni caso il consumo di bevande alcoliche deve essere moderato. Bevete responsabilmente.

blank

Laureata in Scienze Gastronomiche, viaggio alla costante ricerca di nuovi spunti. Contagiosa nella passione e nella condivisione del mondo degli spirits, perennemente in bilico tra la filosofia del sapore e una degustazione di vino.