AmbienteEcologiaLifestyle

Giornata in spiaggia: ecco alcuni consigli per renderla ecofriendly

In estate trascorrere una giornata in spiaggia è un piacere e alcuni semplici accorgimenti possono aiutarci a rendere il nostro divertimento ecofriendly.

Che si tratti di una vacanza o di una rapida fuga dalla città, una giornata in spiaggia rimane un piacevole svago in cui non dimenticare l’ecofriendly è un must. Rendere il tempo in riva al mare sostenibile è, infatti, ormai più che possibile. Dal viaggio alla ripartenza ogni momento ha la sua importanza e fare una lista può aiutare a non trascurare nulla.

giornata in spiaggia ecofriendly
Foto: Andrea Piacquadio @Pexels

1 Meta

Perché una giornata in spiaggia sia davvero ecofriendly il primo passo è scegliere la destinazione. Orientarsi verso mete raggiungibili con i mezzi pubblici o in bici è un’ottima strategia. Siti delle strutture o guide online possono, poi, aiutarci a comprendere quanto i diversi lidi si impegnino per la questione ambientale. Assenza di plastica, acqua delle docce scaldata con pannelli solari e attenzione al riciclo fungono da ottimi indizi.

2 Abbigliamento

Il lavaggio di capi sintetici rilascia ogni anno nel mare 0.5 milioni di tonnellate di microfibre. È dunque consigliabile orientarsi verso tessuti naturali, meglio se riciclati. Dato che, poi, ogni secondo l’equivalente di un camion di vestiti viene bruciato e buttato in una discarica, considerare gli indumenti di seconda mano appare sensato.

3 Crema solare

Ogni anno nei mari tropicali tra le 6.000 e le 14.000 tonnellate di lozioni danneggiano le barriere coralline. Scegliere composti da ingredienti naturali diventa allora più che un’opzione.

4 Cibo e bevande

Gli spuntini sono parte integrante della giornata in spiaggia e renderli ecofriendly richiede impegno. Munirsi di borracce di alluminio è un primo semplice accorgimento. Per un picnic, poi, collocare il cibo in contenitori di vetro giova tanto a conservazione e sapore, quanto all’ambiente. Evitare il monouso rimane il must. Optare per frutta e verdura, meno inquinanti della carne, è una buona idea. Lo stesso vale per chi sceglie di pranzare al ristorante dove è possibile orientarsi verso il km 0.

5 Rifiuti

Rispettare la natura significa lasciare l’ambiente intatto. Evitare di spargere rifiuti è, allora, civile oltre che ecofriendly. Cercare contenitori per la raccolta differenziata rimane importante e, qualora mancassero, è consigliabile procedere in loco alla separazione, per poi provvedere allo smaltimento a casa.

6 Docce

Perché una giornata in spiaggia si riveli ecofriendly è necessario stare attenti ai nostri comportamenti fino all’ultimo. Dato che molti stabilimenti riciclano l’acqua delle docce è opportuno evitare l’utilizzo di saponi o, se esplicitamente consentito, optare per opzioni biologiche, in packaging sostenibili.

7 Fauna locale

È bene ricordare che in spiaggia siamo ospiti e non padroni. L’ambiente che noi sfruttiamo per rilassarci è normalmente abitato da vari organismi a cui deve essere garantita tranquillità. Granchi, meduse e altri animali non devono dunque essere allontanati dai loro habitat.

Trascorrere una giornata in spiaggia in modo ecofriendly può aiutarci a unire l’utile al dilettevole. L’uomo sta ormai colonizzando zone del pianeta sempre più ampie e la tendenza a mettere noi stessi su un piedistallo e a considerarci la misura di ciò che ci circonda dilaga. Coniugare relax e sostenibilità ci ricorda, invece, ancora una volta, quanto la responsabilità debba rimanere parte integrante dei bagagli di ogni vacanza.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.