AttualitàLifestyle

Giornata Internazionale della Frutta, perché è importante mangiare naturale

Il primo giorno di luglio è l’occasione per celebrare la Giornata Internazionale della Frutta, un’idea che arriva dalla Germania.

Una dieta ricca di frutta e verdura è fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo. Spesso tuttavia non è sempre facile convincere soprattutto i più piccoli a mantenere una dieta ricca di questi alimenti. Un incoraggiamento può arrivare nel trasformare il mangiare la frutta in una festa. È l’idea nata da un gruppo di studenti di Berlino, in Germania, e divenuta oggi la Giornata Internazionale della Frutta.

Giornata Internazionale della Frutta

Dove nasce la Giornata Internazionale della Frutta

La Giornata Internazionale della Frutta nasce nel 2007 grazie ad alcuni ex studenti dell’Università di Scienze Applicate Alice Salomon di Berlino. La loro idea è quella di unire le persone e le organizzazioni di tutti i paesi attorno ad un semplice concetto: condividere assieme un pasto nutriente. L’idea da allora si è sviluppata nel segno della sostenibilità trasformandosi nella Giornata Internazionale della Frutta, celebrata ogni 1 luglio. La prima Giornata della frutta si è svolta nel 2007 al Mauerpark di Berlino, dove i confini tra le due germanie erano caduti nel 1989. Torte di frutta e bocconcini di frutta fresca sono stati allora offerti a più di 400 ospiti.

L’importanza di celebrare la frutta

L’idea di celebrare una Giornata Internazionale della Frutta è nata, spiegano gli ideatori, dalla volontà di creare una giornata di festa mondiale per persone di qualsiasi cultura, nazione, mentalità, religione e stile di vita. L’obiettivo è condividere i frutti in simpatia e gioia con la famiglia, gli amici o le persone bisognose. La Giornata Internazionale della Frutta si rivolge a tutte le persone che creano e preservano condizioni di vita positive. Nel 2021 la giornata cade in concomitanza con l’Anno Internazionale della Frutta e della Verdura voluto dalla FAO e dalle Nazioni Unite. L’obiettivo condiviso proprio quello di stimolare il consumo di frutta e verdura e incentivare le produzioni sostenibili.

Mangiare frutta fa bene

Secondo quanto riportato proprio dalla FAO la frutta può portare eccezionali benefici per la salute. Grazie all’alto contenuto di nutrienti e vitamine la frutta e la verdura sono ideale per stimolare una crescita salutare dei bambini rinforzando il sistema immunitario. Le persone che mangiano più frutta inoltre vivono più a lungo e con minore stress. La frutta e la verdura sono inoltre fondamentali strumenti di prevenzione di malattie cardiache e, diversi studi sostengono, anche per la prevenzione del cancro.

Perché allora spesso ne mangiamo così poca? In diverse parti del mondo può essere una questione di disponibilità e di prezzi. Colpa spesso è anche di tanti alimenti confezionati facilmente disponibili a basso prezzo in grado di competere con frutta e verdura. Il più delle volte tuttavia è solo una questione di educazione e cultura alimentare. Ecco dove eventi come la Giornata Internazionale della Frutta possono fare la differenza.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.