FoodFrutta & Verdura

Fragole: proprietà, come sceglierle e conservarle al meglio

Tra i frutti preferiti di primavera ed estate, le fragole sono un alimento gustoso e ricco di proprietà. Ecco come sceglierle e conservarle al meglio.

Piccole, deliziose e nutrienti: le fragole sono decisamente tra i frutti più apprezzati del periodo tra primavera ed estate. Quelle che troviamo principalmente oggi sono il frutto di un incrocio tra due specie di fragole selvatiche provenienti da Stati Uniti e Cile. Unite attorno al 18° secolo, hanno oggi dimensioni più grandi e una migliore resistenza alle variabili del clima. Una curiosità: le fragole in realtà non sono un singolo frutto ma, in verità, l’accorpamento di fino a 200 piccoli frutti che si uniscono assieme. Le piccole protuberanze che assomigliano a semi sulla superficie? Il loro nome è acheni e sono il vero frutto della fragola.

fragole

Proprietà e benefici delle fragole

Le fragole sono composte principalmente da acqua, fino al 91%. Il restante è composto da carboidrati, fino all’8% e da piccole quantità di proteine e grassi. Sono eccezionalmente prive di calorie: 100g ne contengono infatti solo 32. La maggior parte dei carboidrati presenti è composta da zuccheri semplici come glucosio, fruttosio e saccarosio. Il loro indice glicemico è particolarmente basso, il che le rende generalmente sicure per chi soffre di diabete.

Le fragole sono inoltre un’ottima fonte di vitamine C e B9. Contengono anche buone quantità di minerali utili all’organismo come manganese e potassio. Sono inoltre ricche di antiossidanti come polifenoli. Tra i benefici sostenuti dalla ricerca scientifica troviamo la loro capacità di aiutare a prevenire malattie cardiovascolari, l’insorgenza di cancro e la capacità di regolare i livelli di zuccheri nel sangue. Le fragole sono generalmente ben tollerate ma le allergie sono particolarmente comuni. In questo caso, quelle bianche sono più tollerate da chi ne soffre per via della minore presenza di antocianine.

Come scegliere le migliori

A differenza di altri frutti, le fragole non continuano a maturare una volta raccolte dalla pianta. Per questo motivo è fondamentale assicurarsi di raccogliere un frutto maturo per avere il sapore migliore. Alla raccolta quindi assicuriamoci di scegliere quelle dall’aspetto pieno, rosso e senza la presenza di chiazze di colore verde o bianco. La presenza di questi colori alla punta o all’attacco della fragola indica generalmente un frutto non completamente maturo.

La presenza di peli sulla superficie sono un’altra indicazione di un frutto fresco e quindi idoneo alla raccolta. Per la raccolta assicuriamoci inoltre di utilizzare un contenitore largo e dalle pareti basse in modo da avere massimo due o tre strati di fragole. Il peso di troppi strati potrebbe infatti schiacciare le fragole sul fondo del contenitore.

Come conservare le fragole al meglio

Se non si ha intenzione di consumare le fragole immediatamente è buona pratica conservarle in frigorifero. In questo caso i frutti possono durare fino a 5-7 giorni prima di cominciare a deperire. Se vogliamo conservare le fragole più a lungo è possibile congelarle, ma in questo caso perderemo parte del loro sapore e della loro freschezza. I frutti congelati sono tuttavia perfette per prodotti dolciari, marmellate o altre preparazioni diverse dal consumo diretto. È possibile inoltre conservare le fragole essiccandole. In questo caso il frutto mantiene gran parte del sapore e delle proprietà nutrienti e garantisce una conservazione fino ad un mese.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.