Dolci & PasticceriaFood

La differenza tra granita e sorbetto

Spesso confusi tra loro, granita e sorbetto sono due dolci freddi che presentano una differenza da tenere presente.

Volevi una granita e hai ordinato un sorbetto, o viceversa? L’errore è piuttosto comune. Questi due dolci freddi, particolarmente apprezzati in estate perché in grado di regalare un po’ di sollievo dal caldo soffocante, sono spesso confusi tra loro. Tuttavia, pur essendo parenti stretti e condividendo una parte della storia che li ha portati a essere i dessert che conosciamo oggi, presentano una differenza. O meglio, delle differenze. Una volta imparate le loro caratteristiche, sarà facile distinguerli con una rapida occhiata.

Differenza tra granita e sorbetto
Foto: titosoft @Pixabay

La granita

La granita comune, quella che possiamo trovare facilmente in ogni gelateria italiana, non è altro che un prodotto a base di ghiaccio aromatizzato con insaporitori e sciroppi fruttati. Parliamo di veri e propri pezzettoni di ghiaccio, piccole pepite che molti amano sgranocchiare. Ma i tipi di granita che possiamo assaporare in Italia sono in realtà due.

La granita siciliana

La granita classica è infatti una lontana cugina della granita siciliana, la sua discendente più giovane. E c’è una bella differenza anche tra queste due. La granita siciliana è un altro dolce freddo preparato invece con acqua, zucchero e frutta, che viene ghiacciato lentamente ma mai completamente. La miscela viene mescolata continuamente in modo da ottenere un risultato cremoso e non solo dei duri cristalli di ghiaccio aromatizzati.

Il sorbetto

Diverso ancora è il sorbetto. Come la granita siciliana, e quindi la granita comune, sarebbe una delle evoluzioni dello sherbet, una succo di frutta ghiacciato, aromatizzato con acqua di rose, diffuso dagli arabi in Sicilia nell’Alto Medioevo dopo averla conquistata. È un dessert semidenso a base di sciroppo di zucchero, succo o polpa di frutta. A volte, è presente anche il vino o un liquore. Viene sottoposto a mantecatura, passaggio che lo rende più arioso e meno granuloso, e servito a temperature più basse, simili a quelle del gelato.

La differenza tra i tre dolci

Fatta una rapida panoramica, andiamo ora a vedere che differenza c’è tra i tre dolci freddi. Un primo dettaglio che li rende diversi intuibile già dalle righe precedenti è la consistenza: la granita è molto granulosa, la granita siciliana è più cremosa pur avendo piccoli pezzi di ghiaccio, mentre il sorbetto è morbido e privo di cristalli di ghiaccio.

Un secondo elemento è lo zucchero: non è previsto nella granita comune (dove gli zuccheri sono garantiti però dallo sciroppo usato); al contrario, viene usato nella granita siciliana e, in percentuale superiore, nel sorbetto. Altra differenza è che i sciroppi vengono utilizzati solo nelle granite comuni, mentre per la granita siciliana e il sorbetto viene utilizzata frutta vera sotto forma di purea o succo.

Diversi sono infine anche i momenti del consumo: granita classica e sorbetto sono ordinati di solito a fine pasto o scelti come alternativa al gelato all’ora della merenda. La granita siciliana è invece uno dei pilastri della colazione estiva sull’isola, in particolare nelle zone costiere, accanto all’altrettanto tipica brioche col tuppo (o brioscia siciliana) e può diventare anche uno spuntino fresco e veloce durante la giornata. Ma la tradizione vuole che non venga mai consumata alla fine di un pranzo o di una cena.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.