MedicinaNutrizioneSalute

Una dieta a base vegetale aiuta a prevenire il diabete

Un nuovo studio ha confermato che per prevenire il diabete di tipo 2, puntare su una dieta a base vegetale è la miglior strategia.

Il diabete di tipo 2 è una grave patologia, e oggi la scienza ha individuato in una dieta a base vegetale la miglior arma per prevenirlo. In uno studio di recente pubblicato in Diabetologia alcuni ricercatori si sono concentrati sull’analisi dei metaboliti e hanno rivelato dati interessanti. Progredire nella ricerca rimane d’obbligo, ma le basi di partenza appaiono già solide.

diabete dieta base vegetale

Il diabete oggi

Il diabete è una patologia in rapida diffusione e il 90% dei casi diagnosticati è di tipo 2. Tra gli adulti il numero dei pazienti affetti da tale malattia è aumentato dai 150 milioni del 2000 agli oltre 450 milioni del 2019. I casi potrebbero toccare i 700 milioni entro il 2045. Insistere sulla prevenzione appare, dunque, essenziale e un team della Harvard T.H. Chan School of Public Health ha deciso di farlo in modo innovativo. I ricercatori hanno indagato sul rapporto tra profili dei metaboliti connessi a diverse diete e incidenza della malattia. I metaboliti sono le sostanze usate o prodotte nelle reazioni chimiche che avvengono negli organismi viventi. Essi comprendono le molecole reperibili nei diversi cibi e le componenti in cui questi vengono scomposti.

Lo studio

Il nuovo studio sulla prevenzione del diabete di tipo 2 appare innovativo. Il team ha analizzato campioni di sangue appartenenti a 10.684 persone, con età media di 54 anni e massa corporea di 25,6 kg/m2. A costoro sono stati sottoposti dei questionari per identificare la loro dieta come: genericamente a base vegetale, a base vegetale sana, o a base vegetale non salutare. Per arrivare a tale valutazione gli scienziati si sono basati sulla frequenza di assunzione di 18 tipi di alimenti. Essi risultavano divisibili in tre categorie: cibi vegetali sani, fra cui figuravano frutta, verdura, cereali integrali e legumi, cibi vegetali non salutari, come succhi di frutta, cereali raffinati o dessert e prodotti di origine animale.

Frutta e verdura contro il diabete

Che preferire una dieta a base vegetale sia uno dei migliori modi per prevenire il diabete appare ora ufficiale. Lo studio ha permesso di creare un profilo preciso dei partecipanti a cui, durante il follow-up, è stata diagnosticata la malattia. Essi assumevano meno cibi vegetali sani, avevano indice di massa corporea più alto e avevano maggiori probabilità di soffrire di ipertensione. La presenza nel sangue di alcuni metaboliti è apparsa, poi, correlata a particolari benefici. La trigonellina, contenuta nel caffè, sembra influire sull’insulino-resistenza, mentre l’acido ippurico, di cui sono ricche frutta e verdura, migliora il controllo glicemico. Il lavoro rimane, comunque, generico e gli scienziati sono consapevoli di trovarsi all’inizio di un percorso.

Insistere su quanto una dieta di tipo vegetale possa aiutare a diminuire il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 è fondamentale. Questa patologia, con tutte le complicazioni connesse, rappresenta, infatti un problema di salute pubblica importante. Forse guardare agli alimenti “concessi” potrebbe farci storcere un po’ il naso. Davanti alle migliori prospettive di vita, però, persino qualche rinuncia appare, letteralmente, più dolce.

 

Fonti: Diabetologia – giornale dell’Associazione europea per lo studio del diabete

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.