FoodScienzaVideo

Cucina esplosiva, letteralmente!

La tua cucina può trasformarsi in una vera e propria polveriera. Ecco le 10 cose che possono effettivamente esploderci dentro, dalla zucca alla farina passando per i cubetti di ghiaccio.

Il piccolo schermo di questi tempi ha modificato la nostra visione della cucina, spettacolarizzandone il lato più crudele e ruvido. Dalle urla di chef sadici ai voli di stoviglie, fino alle lacrime, la cucina si è trasformata in un vero e proprio campo di battaglia. Potevano mancare le esplosioni? Ecco un’utile raccolta delle cose che in cucina possono effettivamente esplodere.

Farina bianca

Farina

La farina, come altre polveri organiche sottili, è molto volatile e infiammabile con un conseguente alto potere esplosivo.

Cubetti di ghiaccio

Ghiaccio

Immergere dei cubetti di ghiaccio appena estratti dal congelatore in un liquido più caldo può portare alla loro esplosione, con possibile frantumazione del contenitore del liquido.

Acqua bollente salata

Acqua bollente

Non è ancora certo ma pare che salare dell’acqua bollente possa provocarne l’esplosione. Questo dovrebbe essere dovuto alla rapida salificazione dell’acqua, ossia all’istantanea formazione di legami tra le due sostanze.

Patate, salsicce e würstel

Wurstel e Patate

Sottoporre a temperature elevate patate, salsicce e würstel può causarne l’esplosione, dovuta all’espansione dei gas al loro interno trattenuta dalla buccia per le patate o dalla pelle per gli insaccati.

Zucche

Zucca

Il dolce ortaggio autunnale può trasformarsi in una granata se sottoposto a temperature rigide. Ciò è dovuto all’espansione delle grandi quantità di acqua in essa contenute che, ghiacciandosi, si aumentano di volume facendo esplodere la zucca.

Acqua e olio bollente

Mai dare da bere all’olio! L’olio ha una temperatura di ebollizione (300 °C) molto più alta di quella dell’acqua (100 °C), quindi anche solo una goccia di quest’ultima nell’olio bollente evaporerebbe istantaneamente e violentemente, con risultati davvero poco piacevoli.

Contenitori per alimenti

Contenitori

Gli alimenti man mano che deperiscono rilasciano dei gas. Se questi vengono imprigionati in contenitori sigillati, beh, il risultato è scontato!

Bottiglie di vetro

Bottiglia nel ghiaccio

Le bottiglie di vetro chiuse sia nel congelatore che nel forno a microonde rischiano di esplodere per l’espansione, rispettivamente, del liquido o dei gas al loro interno.

Bevande gassate

Bevande gassate

Le bevande gassate se eccessivamente agitate nei loro contenitori, rilasciano una grande quantità di anidride carbonica causando l’esplosione di questi.

La cucina

Fuga di gas

La cucina stessa può trasformarsi in una bomba. Questo a causa di possibili perdite di gas che saturando l’ambiente potrebbero farlo esplodere alla prima scintilla.

Bonus: Mentos e bevande gasate

Un semplice ricerca sul web potrà chiarirvi le idee. Le note caramelle se lasciate cadere in un bevanda gassata causano un’incontrollabile rilascio di gas con conseguenti esplosioni o bottiglie che prendono il volo come razzi.

Fonti: greenme.it – ilmessaggero.it

blank

Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.