Bevande

Cosa sono i wine kit e perché fanno tanto discutere

Sapete cosa sono i wine kit? Un prodotto che non ha mai mancato di far discutere tra sostenitori, detrattori e qualche guaio con la legge.

Per capire cosa sono i wine kit è necessario comprendere il loro scopo: principalmente dare la possibilità a chiunque di prepararsi il proprio vino in casa. Ve ne sono di diversi tipi e dalla loro introduzione sul mercato, negli anni ‘70, non hanno mai mancato di far discutere, arrivando anche ad avere qualche problema di natura legale.

wine kit

I wine kit per fare il vino a casa

I wine kit sono nati per offrire a tutti la possibilità di produrre del vino a casa senza la necessità di essere professionisti e di doversi procurare costosi materiali. Basta acquistare il kit e dotarsi di una serie di strumenti comuni – come pentole e misurini – per provare la gioia di trasformarsi in enologi, nonché di ottenere del vino fatto con le proprie mani. Un altro aspetto che depone a loro favore è il prezzo, più contenuto rispetto a quello di una produzione seguendo le tecniche tradizionali. Il principio è semplice: ogni wine kit fornisce la materia prima necessaria a produrre una certa quantità di vino e mette a disposizione delle precise indicazioni per portare a termine con successo il procedimento.

wine kit vino a casa
Foto di Sneaky Hype

La base di partenza di un wine kit è solitamente di due tipi: vero e proprio mosto, che non richiede l’aggiunta di ulteriore acqua, al quale vengono associati i reagenti necessari e le dovute indicazioni produzione del vino; oppure un concentrato a cui è necessario aggiungere acqua, anch’esso completo di reagenti e istruzioni. Ciò che si ottiene – seguendo correttamente il procedimento – è vero e proprio vino che, in alcuni casi, può addirittura essere invecchiato. Non vi sono, invece, particolari limiti al tipo di uvaggio da utilizzare. Sulla bontà del risultato i pareri si dividono, anche se non sono pochi a sostenere che si tratti di vini piacevoli.

Di recente, nel nostro paese, i wine kit sono saliti alla ribalta della cronaca grazie a delle condanne avvenute a causa dell’apposizione di «segni mendaci», ossia di denominazioni fuorvianti, rimandanti a tipologie di vini o uve di qualità nettamente superiore. I wine kit in tal senso sono stati, in passato, soggetti a controlli più blandi del vino tradizionale, con prodotti commercializzati non esattamente onesti. Questo non esclude la presenza sul mercato di wine kit di qualità capaci di offrire a chiunque la possibilità di lanciarsi in una nuova e interessante esperienza.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.