AttualitàSaluteScienza

Come ridurre l’inquinamento domestico, migliorando l’aria

Ridurre l’inquinamento domestico dell’aria ponendo attenzione all’utilizzo di fornelli a gas, a vantaggio della salute soprattutto dei bambini.

Porre attenzione a come ridurre l’inquinamento domestico è fondamentale anche con riferimento all’aria interna dell’abitazione; studi recenti mostrerebbero, infatti, come i piani di cottura a gas ed altri elettrodomestici alimentati con combustibili fossili potrebbero rilasciare sostanze dannose per il sistema respiratorio e cardiocircolatorio.

inquinamento aria casa

La scienza per capire come ridurre l’inquinamento domestico

Un recente studio californiano aiuta a capire come ridurre l’inquinamento domestico. I ricercatori della UCLA Fielding School of Public Health, infatti, sosterrebbero che l’utilizzo di elettrodomestici a gas, quali ad esempio forni a gas, fornelli a gas o scaldabagni a gas, potrebbe aumentare la probabilità di malattie respiratorie e cardiovascolari.


La ricerca vorrebbe aiutare a capire, ancora una volta, come ridurre l’inquinamento domestico, in questo caso prodotto da combustibili fossili.

Secondo gli studiosi che si sono concentrati sulla problematica, già solo dopo un’ora di utilizzo in cucina di un fornello o di un forno a gas i livelli di biossido di azoto – un inquinante ad ampia diffusione che ha effetti negativi sulla salute umana e insieme al monossido di azoto contribuisce ai fenomeni di smog – all’interno dell’abitazione potrebbero raggiungere livelli superiori agli standard americani di qualità dell’aria. Secondo i ricercatori californiani, ad esempio, le cucine a gas potrebbero rendere l’aria interna da due a cinque volte più sporca dell’aria esterna.

Ecco, quindi, l’importanza di ridurre l’inquinamento domestico con comportamenti consapevoli e mirati.

Come ridurre l’inquinamento domestico

I ricercatori pongono, quindi, l’accento sull’importanza di concentrarsi non solo sulla qualità dell’aria in spazi aperti, sulle emissioni di gas serra e sugli impatti del cambiamento climatico, ma anche su come l’uso di combustibili fossili negli elettrodomestici potrebbe avere un impatto negativo sulla qualità dell’aria interna e sulla salute delle persone. Ciò soprattutto per i bambini che potrebbero essere esposti ad una crescita del rischio di asma; uno studio ha scoperto che i bambini nelle case con fornelli a gas avrebbero il 42% di probabilità in più di avere sintomi di asma ed un’altro studio australiano attribuirebbe il 12% di tutta l’asma infantile alla presenza di piani di cottura a gas, secondo quanto riportato da The Guardian.

In linea con i ricercatori della UCLA anche il Rocky Mountain Institute – organizzazione statunitense che si occupa di ricerca, pubblicazione, consulenza e studio nel campo della sostenibilità – secondo cui le sostanze inquinanti rilasciate da dispositivi a combustione potrebbero avere effetti negativi sulla salute, anche aggravando le condizioni respiratorie come l’asma.

Gli estensori del rapporto consiglierebbero, quindi, di passare a piani di cottura elettrici o almeno, quando non fattibile, di arieggiare, di cucinare sui fornelli a gas posteriori, di utilizzare una cappa di aspirazione, di dotarsi di un depuratore d’aria con filtro HEPA, nonché di installare un rilevatore di monossido di carbonio.

Come ridurre l’inquinamento domestico passi anche da un miglioramento generale della qualità dell’aria interna alla propria abitazione appare chiaro. Fondamentale individuarne le potenziali fonti e porre in atto scelte e comportamenti volti ad abbattere ogni rischio per la salute, soprattutto per il sistema respiratorio e cardiovascolare.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.