AmbienteFood

Come fare una grigliata sostenibile

Dalla pietanza da cucinare alle stoviglie con cui mangiare: il barbecue tradizionale presenta alcuni aspetti critici per l'ambiente. Ecco come evitarli

L’estate coincide con la stagione delle grigliate con gli amici. Queste, tuttavia, spesso sono tutt’altro che ecofriendly, innanzitutto per la grande quantità di rifiuti che si producono se l’evento vede la partecipazione di molti ospiti. Organizzare un barbecue sostenibile, però, al contrario di quanto si possa pensare, non è una missione impossibile. Vediamo i punti principali su cui si può agire.

Investire in un barbecue di buona qualità

Il primo passo da compiere è quello di abbandonare definitivamente strumenti poco ecosostenibili, come i barbecue usa e getta in alluminio (anche se, per la verità, poco diffusi in Italia). Molto meglio acquistarne uno a carbonella che duri nel tempo. La produzione dei modelli in ceramica ha un impatto inferiore in termini di inquinamento, mentre quelli in pietra lavica aiutano a mantenere la temperatura ideale per la cottura del cibo. Esistono addirittura barbecue interamente biodegradabili come CasusGrill, fatto in cartone derivante da foreste certificate e con una griglia in bamboo. In alternativa si può sempre noleggiare o chiedere in prestito l’attrezzo ad un amico al posto di optare per soluzione inquinanti.


Scegliere carbonella sostenibile

Per cucinare le pietanze incluse nel menù, è meglio acquistare carbonella sostenibile. In primo luogo perché la produzione di questo combustibile è strettamente connessa alla deforestazione nei paesi in via di sviluppo. Scegliendo i prodotti più eco, si eviteranno inoltre le emissioni inquinanti di cherosene sprigionate dalle alternative ad alto contenuto chimico. Inoltre, una carbonella di qualità, nonostante un costo superiore, brucia più lentamente; sarà possibile, quindi, usarne quantità inferiori con un risparmio a lungo termine. Per l’accensione della carbonella, scegliere sempre i fiammiferi in legno.

Evitare stoviglie usa e getta

Uno dei consigli mantra per tutte le feste è quello di eliminare posate, piatti e bicchieri in plastica monouso. Il consiglio è di investire in stoviglie riutilizzabili. Trattandosi di una grigliata e non di una cena di gala, il mercatino dell’usato potrebbe essere il posto ideale in cui acquistare un set di seconda mano. In alternativa, si può virare sulle stoviglie usa e getta biodegradabili come i piatti in foglie di palma.

Evitare patatine e snack confezionati

Anche gli stuzzichini pre-grigliata possono essere causa di comportamenti poco ecofriendly. Ad esempio, scegliendo patatine e snack del supermercato ci si ritrova con una montagna di confezioni di plastica da smaltire. Per evitare di creare rifiuti, la soluzione è produrre snack fatti in casa, magari acquistando gli ingredienti nei negozi di prodotti sfusi.

Cucinare verdure o carne non industriale

Il cibo da mettere sulla griglia è probabilmente il tasto più dolente. Essendo quella della carne una delle industrie che produce più emissioni in assoluto, la scelta ideale per un barbecue ecofriendly sarebbe quella di evitare costine e salsicce, e fare ai ferri solo verdure. Una sostituzione che, ai tradizionalisti del barbecue, suona come un affronto. Se l’idea di avere sulla griglia solo melanzane e zucchine non vi piace, l’alternativa è scegliere carne (o pesce) prodotta a basso impatto ambientale, proveniente ad esempio da animali allevati all’aperto.

Un cambiamento graduale

Mettere in piedi una grigliata sostenibile, insomma, non è poi così complicato. Ovviamente richiede qualche attenzione in più e di rivedere pratiche consolidate che molte persone non hanno mai messo in discussione. Come tutti i cambiamenti che investono le abitudini più radicate, il suggerimento è cominciare da un punto per poi passare ai successivi.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.