AmbienteEcologia

Clima delle grandi città: nel 2050 Londra come Barcellona e Milano come Austin

Secondo uno studio entro il 2050 il clima di varie città europee sarà molto diverso da come lo conosciamo oggi e ciò creerà non pochi disagi agli abitanti.

Il clima di molte città è destinato a mutare in maniera irreversibile ed entro il 2050 alcune metropoli europee potrebbero diventare irriconoscibili, o meglio, interscambiabili. A dare l’allarme è un recente studio che ha proposto una stima tanto inquietante, quanto innovativa. Il Nord Europa dirà, probabilmente, addio agli inverni rigidi, mentre in Italia potremmo dover convivere con temperature simili a quelle del Texas e della Turchia.

clima città 2050
Foto: Kaique Rocha @Pexels

Lo studio

Il riscaldamento globale sta trasformando il clima del pianeta ed entro il 2050 potremmo finire per non riconoscere più le nostre città. Uno studio condotto da un team del Politecnico di Zurigo ha mostrato che molte metropoli sperimenteranno, in futuro, condizioni oggi riferibili a ben diverse mete, posizionate ad altre latitudini. I ricercatori hanno analizzato i dati relativi al clima di 520 città con più di 1 milione di abitanti. Concentrandosi su 19 variabili hanno, poi, elaborato una stima di come il cambiamento climatico colpirà i singoli luoghi nel prossimo futuro. Tramite un confronto hanno, infine, mostrato quali città vedranno il proprio clima sovrapporsi a quello odierno di altre metropoli.

Il clima delle grandi città europee nel 2050

Lo studio ha mostrato che entro il 2050 le città che manterranno un clima simile a quello contemporaneo saranno pochissime. Il 77% dei centri urbani analizzato pare, infatti, destinato a sperimentare “un cambiamento sorprendente”. In Europa, allora, Stoccolma potrebbe arrivare ad avere lo stesso clima di Vienna, situata 1.200 km più a sud. La capitale austriaca rischia invece di dover convivere con temperature simili a quelle di Tbilisi, in Georgia. Monaco viene, invece, accostata a Roma, Helsinki a Bratislava, Madrid a Marrakech, Valencia a Bangalore e Lisbona a Valletta. A sconvolgere sono soprattutto le previsioni per Londra e Parigi che individuano una possibile futura sovrapposizione con Barcellona e Istanbul.

E in Italia?

Tra le città destinate a sperimentare un cambio di clima significativo entro il 2050 non mancano quelle italiane. Nel nostro Paese le metropoli prese in esame sono state tre e tutte sembrano avviate verso un futuro torrido. Milano potrebbe, dunque, dover affrontare il clima che oggi troviamo ad Austin, in Texas, dove da maggio a settembre le temperature superano costantemente i 30 °C. A Torino non viene attribuita una sorte diversa. Il capoluogo piemontese viene, infatti, sovrapposto a San Antonio, nello stesso Stato. Roma sembra, infine, correre il pericolo di somigliare alla turca Antalya, 640 km a sud-est dell’antica città laziale, dove le precipitazioni sono assenti per circa 4 mesi all’anno.

Il nuovo studio su come cambierà il clima delle grandi città entro il 2050 mostra un quadro desolante. L’ottimistico presupposto dello studio prevede, per altro, una sistematica riduzione delle emissioni a oggi tutt’altro che scontata. Alcune metropoli rischiano di dover affrontare condizioni incompatibili con la vita e gli esperti temono per la popolazione. La speranza è che per comprendere come si vive altrove spostarsi rimanga necessario.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.