AmbienteEcologia

Classifica città sostenibili: Oslo in testa, Milano solo 51esima

Sul podio della graduatoria elaborata da Arcadis ci sono, come sempre, le città scandinave, mentre le metropoli italiane restano lontane dalla vetta.

Secondo le Nazioni Unite una città prospera è una città che è produttiva, dotata di infrastrutture adeguate, ha una buona qualità della vita, offre possibilità e inclusività ai propri cittadini ed è attenta alla sostenibilità ambientale. Su questi aspetti è stata stilata la 5° edizione della Classifica delle Città Sostenibili di Arcadis, multinazionale olandese che si occupa di consulenza ambientale. In testa alla classifica che ha analizzato 100 metropoli in 47 paesi del mondo diverse città europee. Per notare la prima città italiana dobbiamo scendere però oltre la metà della lista.

classifica città sostenibili
Foto: Igor Ovsyannykov @Pixabay

Classifica delle città sostenibili 2022: cosa vuol dire sostenibile?

Per la speciale Classifica delle Città Sostenibili Arcadis ha analizzato tre diversi aspetti: “Persone”, ovvero un insieme di indicatori che tiene in considerazione il benessere dei cittadini tra salute, educazione e crimine oltre alla qualità degli stipendi, accessibilità al trasporto pubblico e qualità della vita in generale. “Pianeta”: una dimensione che raccoglie indicatori come qualità dell’aria, spazi verdi, e gestione dei rifiuti oltre a piani a lungo termine di tutela ambientale e investimenti per la decarbonizzazione. “Profitto”: un terzo aspetto che considera la performance economica della città e l’accessibilità dei prezzi e del costo della vita per i cittadini. Le città più sostenibili sono proprio quelle in grado di trovare il migliore equilibrio tra esigenze economiche, esigenze dei cittadini ed esigenze dell’ambiente.

Le città incluse sono state scelte per fornire una panoramica degli ambienti urbani del mondo, della copertura geografica, dei livelli di sviluppo economico, delle aspettative di crescita futura e delle sfide per la sostenibilità.

Chi è in testa alla classifica?

Tra le 100 metropoli analizzate in testa alla classifica delle città sostenibili 2022 si posiziona la capitale svedese Oslo. Ad occupare la parte alta della classifica anche altre città del Nord Europa come Stoccolma (2° posto), Copenaghen (4°posto) e Berlino (5° posto) forti soprattutto di ottimi indicatori sulla qualità della vita e programmi di sostenibilità ambientale. A sorpresa sul podio anche la megalopoli capitale del Giappone, Tokyo.

Le grandi città americane si posizionano in testa alla classifica del “Profitto” ma scendono in classifica generale per via della inferiore qualità della vita dei propri cittadini, le uniche due città americane in Top 10 sono Seattle (7° posto) e San Francisco (9° posto). Tra le altre capitali europee troviamo Londra (6° posto), Parigi (8° posto) e Amsterdam (10° posto). Molto indietro invece le grandi città del Sud America e, con eccezione di Tokyo, dell’Estremo Oriente.

Come si posiziona l’Italia?

Le due metropoli italiane prese in considerazione nella classifica delle città sostenibili di Arcadis sono state Milano e Roma. In classifica generale Milano si posiziona solo 51a dietro la cinese Macao e davanti all’americana Chicago. Per incontrare la nostra capitale invece dobbiamo scendere fino al 68° posto, dopo la cinese Shenzhen e davanti alla greca Atene. Milano fa benino nella classifica “Pianeta” arrivando 21a davanti a Roma 34a. Milano davanti a Roma anche per la classifica “Persone” 39a e 66a rispettivamente. A pesare invece sulla posizione generale è l’indicatore “Profitto” in cui la città lombarda si posiziona 71a mentre la nostra capitale solo 74a su 100 metropoli mondiali.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.