FoodGastronomia

Cibi surgelati per ridurre gli sprechi alimentari

Un recente studio mette in luce come i cibi surgelati possono essere una valida soluzione per la riduzione degli sprechi alimentari.

Si è stimato che ogni anno finiscono nell’immondizia oltre 1,7 milioni di tonnellate di cibo acquistato, generando uno spreco che da solo potrebbe sfamare l’intera popolazione del terzo mondo per ben quattro volte. Cosa si può fare quindi per invertire questa tendenza? Secondo l’IIAS (Istituto Italiano Alimenti Surgelati), per ridurre gli sprechi alimentari basterebbe acquistare più cibi surgelati.

cibi surgelati spreco alimentare

Meno rifiuti grazie ai cibi surgelati

Gli studi condotti dalla Sheffield Hallam University e diffusi dall’IIAS parlano chiaro: in Italia, il 98% della popolazione consuma cibi congelati per un totale di 13,8 kg pro capite. Si tratta soprattutto di prodotti a base di verdura, apprezzati per via della loro praticità. Ci si è accorti infatti che questi cibi non solo hanno una durata superiore rispetto al corrispettivo fresco, ma sono anche di qualità e permettono di avere a disposizione tutto l’anno ingredienti solitamente stagionali. In questo modo si fa fronte anche a un’altra problematica, quella dell’eccesso: ogni giorno produciamo più cibo di quanto ne consumiamo, creando un surplus destinato a finire nella spazzatura e ad essere considerato scarto alimentare.

In questo senso quindi i cibi surgelati sono un modo per ridurre gli sprechi alimentari non solo immagazzinando gli eccessi ma anche fornendo provviste a lunga scadenza. I dati raccolti confermano questa convinzione: di tutti il cibo gettato quotidianamente, solo il 2,5% è costituito da surgelati. Ecco quindi che per ridurre gli sprechi alimentari è possibile acquistare anziché verdure fresche il corrispettivo surgelato, andando così a ridurre lo scarto. Ovviamente questo discorso è valido per quegli alimenti che, più di altri, vengono gettati e variano in base alla famiglia. Se ad esempio si utilizzano solo piccole porzioni di soffritto, acquistarlo congelato già pronto comporterà uno spreco alimentare minore rispetto all’acquisto separato di sedano, carota e cipolla, la cui deperibilità vincola al consumo pressoché immediato.

I cibi surgelati quindi possono essere considerati davvero la chiave per la riduzione degli sprechi alimentari, soprattutto ogni qual volta permettono alle famiglie di godere di un prodotto senza per forza generare uno scarto.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.