AttualitàChefHot Topic

Chef Andrea Berton, il giudice de Il Ristorante degli Chef

Il giudice e chef Andrea Berton ci ha raccontato qualcosa in più sul programma Il Ristorante degli Chef, sui partecipanti e di come si è trovato con i suoi colleghi.

Il Ristorante degli Chef, il primo talent di cucina firmato RAI, ha visto lo chef Andrea Berton tra gli giudici del programma, assieme a Isabella Potì e Philippe Léveillé. Nato nel 1970, è stato allievo di Marchesi prima di intraprendere un lungo viaggio che lo ha portato nei diversi angoli del globo. Oggi segue il Ristorante Berton e diversi altri progetti, tra cui il cooking show Il Ristorante degli Chef. Lo abbiamo intervistato per farci raccontare qualcosa di più sul programma.

chef andrea berton
Da sinistra a destra: Philippe Léveillé, Isabella Potì e Andrea Berton

Intervista allo chef Andrea Berton

Lo chef Andrea Berton ha cominciato subito a spiegarci cosa è stato per lui questo cooking show, descrivendolo come «un’esperienza molto interessante – ha detto con entusiasmo – abbiamo fatto quello che si fa normalmente in cucina. Il programma da questo punto di vista è molto legato al lavoro quotidiano che svolgo nel mio ristorante.» Questo è un punto su cui lo chef è tornato più di una volta, sottolineando come la similitudine con il lavoro concreto e e giornaliero in una cucina professionale fosse un punto di forza per Il Ristorante degli Chef.

Questo è stato uno dei motivi principali a spingerlo ad accettare l’offerta: «Ho trovato un programma adatto alle mie caratteristiche, ed è stata un’opportunità per diversificare il mio lavoro. Si tratta anche di un tipo di attività richiesta in questo periodo e sembra funzionare bene. Fa parte di quello che rientra nel nostro mondo.»

chef andrea berton
Lo chef Andrea Berton

Non è stata solamente una questione di contesto, ma anche di partecipanti. Secondo lo chef Andrea Berton «Le persone che abbiamo avuto davanti volevano mettersi alla prova, desiderosi di mostrare che volevano fare quel mestiere

Il rapporto con gli altri giudici

Un aspetto che ogni chef deve prendere in considerazione è la cooperazione con altre figure di spicco del settore. Sia Isabella Potì che Philippe Léveillé si sono rilevati «molto professionali, disciplinati, tanto che sulle questioni operative eravamo sempre abbastanza allineati.»

È per questo che lo chef Andrea Berton ha definito il loro rapporto «sicuramente positivo: ognuno di noi aveva una sua personalità. Durante il programma si potrà vedere come questi tre caratteri creeranno interesse in base alle nostre peculiarità, in base a quello che siamo noi.»

rapporto altri chef

Il fatto che ci fosse sintonia tra i giudici de Il Ristorante degli Chef ha aiutato molto per la riuscita del programma. Del resto questi talent show sono come dei veri e propri ristoranti: «cooperare in cucina è fondamentale, anche se a volte lo diamo per scontato.»

L’opinione dello chef Andrea Berton sul programma

Esistono molti cooking show ma secondo lo chef Andrea Berton «questo è un programma sicuramente diverso dagli altri perché è stato mescolato il lavoro in studio con quello in cucina.» Questo aspetto è stato sottolineato anche dagli altri due giudici, Philippe Léveillé e Isabella Potì, che hanno apprezzato il fatto che le attività, all’interno del programma, fossero molto aderenti a quelle svolte in un vero ristorante.

«I concorrenti sono stati messi davanti a delle prove che ricordano in tutto e per tutte quelle del lavoro vero nella cucina di un ristorante – ha spiegato – È proprio questo il valore aggiunto, il realismo, che non sempre si vede in televisione.» Abbiamo provato a chiedere allo chef Andrea Berton qualche anticipazione su quello che avremmo potuto aspettarci per le prossime puntate de Il Ristorante degli Chef, ma non ha ceduto: «Mi piace l’idea di lasciare un po’ di suspance. Ci saranno molti aspetti che creeranno interesse negli spettatori.»

TOPIC cheftv
Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.