AnimaliAttualitàFood

Carne di maiale OGM: negli USA ne viene approvato il consumo

L’FDA ha dato il via libera al consumo di carne di maiale OGM. L’autorizzazione copre anche l’uso medico dei suini, ma non mancano le polemiche.

L’FDA ha definito la carne di maiale OGM sviluppata da Revivicor sicura per il consumo. Secondo i report i benefici sono molti. I suini GalSafe dovrebbero essere infatti fondamentali nel controllo di una particolare sindrome allergica e i loro organi aprono interessanti prospettive in ambito medico. La diffidenza è comunque alta e le proteste bilanciano gli entusiasmi.

Carne di maiale OGM

Maiali OGM:

Per la prima volta l’FDA ha concesso l’autorizzazione alla vendita di carne di maiale OGM. L’approvazione al momento copre un solo allevamento in Iowa, in grado di fornire 1000 esemplari all’anno. I suini sono stati geneticamente modificati per eliminare lo zucchero galattosio-alfa-1,3-galattosio. Sono infatti denominati GalSafe. Questo renderebbe la carne di maiale OGM sicura per chi soffre di sindrome alpha-Gal. La malattia si sviluppa a seguito del morso di una zecca e causa un’allergia alla carne rossa, le cui manifestazioni spaziano dall’orticaria alle difficoltà respiratorie. A ottenere l’autorizzazione è stata Revivicor Inc, sviluppatasi dalla scissione di PPL Therapeutics, società che creò Dolly, la prima pecora clonata.

Benefici:

Il provvedimento ha suscitato varie reazioni favorevoli. I primi a dimostrare entusiasmo sono stati gli affetti da sindrome alpha-Gal. Scott Commins, eminente studioso della sindrome, ha spiegato che ad oggi si stima che negli USA siano 34000. Il cambiamento climatico, ha specificato, sta però rendendo più zone degli USA ospitali per le zecche e la consapevolezza sta quindi crescendo. Stephen Hahn, commissario dell’FDA, ha inoltre definito il provvedimento una pietra miliare poiché copre sia l’ambito alimentare, sia quello biomedico. La priorità della Revivicor infatti sembra essere lo sviluppo di organi per il trapianto umano ad alta compatibilità. Un trial sul trapianto di pelle su ustionati affetti da sindrome alpha-Gal è già iniziato.

Le proteste:

Molte organizzazioni si sono schierate contro l’autorizzazione concessa dall’FDA. Jaydee Hanson, di Center for Food Safety, ritiene che i dati sulla carne di maiale OGM non fossero esaustivi. Non ci sarebbe infatti documentazione sulle reazioni al consumo da parte di chi è allergico alla carne rossa. Un rappresentante dell’FDA ha dichiarato che i pazienti affetti da sindrome alpha-Gal prima di consumare la carne di maiale OGM dovranno consultare il medico. Questo ha alimentato i timori. I dubbi riguardano anche la valutazione del rischio ambientale. Si teme, infatti, che in caso di fuga i maiali GalSafe possano costituire un pericolo. Revivicor ha definito l’eventualità molto remota.

Dopo il caso dell’autorizzazione ritirata per i salmoni OGM diverse associazioni stanno valutando di intentare nuovamente una causa contro FDA. Non è ancora il momento di comprare la carne di maiale OGM. Revivicor ha infatti sottolineato che non intende intraprendere la vendita diretta. La speranza è che i potenziali benefici si dimostrino effettivi e che, perché no, a risentirne, in futuro, non sia il gusto.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.