AttualitàProdotti per la cucina

Caraffa filtrante: un’alternativa ecologica alle bottiglie in plastica

Una caraffa filtrante permette di ridurre il consumo di bottiglie di plastica e possibile, a fronte di un investimento di circa 30 euro, grazie alle caraffe filtranti.

L’Italia è il terzo paese al mondo per consumo di acqua potabile in bottiglia. In particolare, gli italiani non consumano l’acqua del rubinetto ritenendola non idonea a essere bevuta. In risposta sono nate le caraffe filtranti. L’acqua degli acquedotti in realtà, è sottoposta a controlli continui e spesso risulta più sicura anche della stessa acqua in bottiglia. Consumarla permetterebbe di ridurre in modo drastico l’utilizzo di plastica usa e getta, dannosa per l’ambiente.

caraffa filtrante
Foto di Amazon

Se quindi da un lato l’Unione Europea e le multinazionali si stanno impegnando per ridurre la plastica non solo degli imballaggi ma anche le microplastiche dei cosmetici, dall’altro i cittadini potrebbero optare per l’utilizzo della caraffa filtrante in sostituzione delle bottiglie di plastica. Come detto, l’acqua del rubinetto di casa, essendo potabile, è idonea a essere bevuta. Il sapore, come avviene anche con quella in bottiglia, dipende dal contenuto di sali minerali e può essere più o meno piacevole al palato in base ai gusti personali. Se non amate il sapore dell’acqua del rubinetto la caraffa filtrante potrebbe fare al caso vostro.

Cos’è la caraffa filtrante e come si usa?

La caraffa filtrante è un contenitore a forma di caraffa munito di filtro. Questo può essere di due tipi: ai carboni attivi o con resine. Il primo assorbe le sostanze inquinanti, mentre il secondo le scambia con altre sostanza innocue. Le capacità di un filtro vengono indicate dall’azienda produttrice per obbligo di legge quindi voi, all’atto di acquisto, sapete con precisione su quali sostanze è in grado di incidere.

caraffa filtrante come si usa
Foto di Brita

La caraffa filtrante permette di modificare il sapore dell’acqua e, nel caso sia particolarmente dura, anche di andare a ridurne il contenuto di calcare. Per quanto riguarda il sapore di cloro che l’acqua di alcuni rubinetti ha invece, è sufficiente lasciarla decantare in una brocca per qualche ora prima di berla. Il cloro infatti tende a volatilizzarsi all’aria senza il bisogno di utilizzare una caraffa filtrante. Scegliere di utilizzare una caraffa filtrante quindi è il modo giusto per condurre uno stile di vita più sostenibile ed eco-friendly.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.