AttualitàLifestyle

Caffè artigianale: un successo miliardario tra stratup e personalizzazione

Il mondo del caffè artigianale potrebbe valere oltre 85 miliardi di dollari nel 2025 grazie a nuove startup e tanto interesse nel settore.

Il caffè artigianale è una questione seria: gli esperti dicono che varrà 85 miliardi di dollari nel 2025 e nuove startup nascono con un ritmo impressionante. Chi è nel settore definisce questa la «terza ondata» del caffè, con la prima a inizio del 1900, che ha visto la diffusione del caffè istantaneo e la seconda negli anni ‘90, con la nascita dei primi brand premium – o percepiti come tali – come Starbucks. Oggi le startup riempiono nicchie di altissima qualità, e nei prossimi anni si moltiplicheranno a dismisura.

Caffè artigianale

Il caffè artigianale sarà una bolla?

Non sono solo gli esperti del caffè artigianale a interessarsi a questa nuova tendenza, ma anche quelli di finanza: il settore è destinato ad esplodere anche perché ultimamente è diventato un polo di investimenti irresistibile, e questa quantità di finanziamenti guiderà la crescita esponenziale del settore, ma significherà anche molta concorrenza tra le diverse realtà.

Dietro a questo successo c’è una peculiarità che si trova raramente in prodotti che utilizziamo quotidianamente: le persone tengono sempre di più al caffè. A differenza del sapone, o della carta assorbente, che utilizziamo spesso senza pensarci troppo, per il caffè artigianale spendiamo tempo per informarci, provarlo, scegliere quello che preferiamo. Alcuni di noi hanno una relazione emotiva con questa bevanda, e noi italiani lo sappiamo bene, considerando quanto il rito del caffè sia importante per la nostra quotidianità.

Le nuove startup del caffè artigianale vogliono scommettere proprio sulla voglia del consumatori di acquistare prodotti premium e offrono miscele esclusive che garantiscono elevata qualità – con una gran personalizzazione di gusti e contenuto di caffeina. Il prezzo più alto non spaventa chi vuole investire in questo tipo di prodotti, proprio perché ha la percezione del valore di ciò che acquista.

La situazione attuale si presenta come un’opportunità e una sfida: i clienti sono più numerosi che mai e sono sempre più disposti ad abbonarsi per acquisti ricorrenti, il cosiddetto subscription model. Allo stesso tempo però la competizione sarà alle stelle, e solo le realtà più forti e innovative sopravviveranno alla selezione.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.