Hot TopicSaluteSicurezza alimentare

Arriverà una legge per limitare le calorie nel piatto?

Una legge per limitare le calorie nel piatto, l’ultima mossa di un governo che combatte contro l’epidemia di obesità. Potrebbe succedere in Inghilterra, ma la scelta è ampiamente criticata.

Sembra che in Inghilterra potrebbe arrivare una nuova legge per limitare le calorie nel piatto, un ultimo tentativo per combattere la guerra contro l’obesità. Del resto l’isola britannica sfida da anni questo fenomeno, anche con una tassa sulle bibite come in Italia, registrando risultati altalenanti. In un nuovo documento reso noto dalla stampa inglese la Public Health England avrebbe reso noto che dal 2024 potrebbero essere introdotto un limite alle calorie in diversi piatti, dalla pizza ai cibi etnici.

legge limitare calorie piatto

Cibi pronti e porzioni nei ristoranti sotto attacco

A subire la maggior parte della pressione saranno i cibi pronti e i ristoranti, che in qualche modo dovranno dimostrare che le loro preparazioni non superino il tetto massimo di calorie. L’idea, secondo l’ente governativo Public Health England, è dare 5 anni di tempo a produttori, rivenditori e locali per adattarsi volontariamente alla nuova linea guida, per poi impiegare metodi più decisi.

Per intenderci, panini e insalatone avranno un tetto massimo di 550 calorie, i vol-au-vent 134, la pizza 1040. Il problema è che questi valori sembrano essere stati calcolati per difetto, rendendo molto difficile rispettarli. In più nei ristoranti l’asticella è più morbida, più che raddoppiando i limiti imposti agli stessi piatti venduti, per esempio, come piatti già pronti al supermercato.

cibi pronti sotto attacco

Una legge molto criticata

La stampa inglese ha attaccato duramente questa possibile deriva autoritaria del governo, sottolineando come sia quasi impossibile mettere in pratica i controlli adeguati. Il pensiero comune è che la scelta dei legislatori sia stata troppo prepotente nei confronti della popolazione, che rischia di non subire alcun effetto positivo dalla nuova stretta alle calorie.

Del resto chi potrebbe impedire ad un cliente di acquistare una porzione in più di un piatto quando non si sentirà sazio? In più i consumatori si potrebbero trovare di fronte a porzioni più piccole a fronte di uno stesso prezzo, andando così a spendere di più per saziarsi. Il governo potrebbe aver fatto una mossa eccessivamente invasiva, ma ha ancora qualche anno per poter correggere la rotta.

TOPIC dieta
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari riguardo il complicato mondo dell’alimentazione.