AmbienteAttualità

Amazon potenzia la sua flotta di veicoli elettrici in Europa

Mercedes fornirà oltre 1800 mezzi di sua produzione. Entro il 2025 il gigante dell'e-commerce sfrutterà solo energie rinnovabili per le sue attività

Amazon ha annunciato che quest’anno aggiungerà oltre 1.800 mezzi elettrici alla sua flotta di veicoli per le consegne in Europa. Saranno forniti da Mercedes-Benz, casa automobilistica appena unitasi al Climate Pledge, un’alleanza co-fondata da Amazon e Global Optimism per contribuire a realizzare gli obiettivi stabiliti dall’Accordo di Parigi dieci anni prima di quanto fissato, ovvero già nel 2040.

Amazon Mercedes elettrico

LEGGI ANCHE: Climate Pledge Arena: il nome dato da Amazon al nuovo Seattle Sports Center

Come cambierà Amazon

Grazie ai nuovi furgoni a zero emissioni, i partner del servizio Amazon’s Delivery nel Vecchio Continente contribuiranno a tagliare migliaia di tonnellate di anidride carbonica (Co2).  Si tratta di un nuovo passo sulla strada che porterà il colosso dell’e-commerce ad abbandonare i combustibili fossili per far funzionare al 100 percento le sue attività grazie a fonti rinnovabili. In tutto il mondo, Amazon ha avviato 91 progetti per la produzione di energia alternativa pari a oltre 2.900 di megawatt e a più di 7.5 milioni di megawatt orari all’anno. Nello dettaglio, sono 31 impianti industriali per la produzione di energia solare ed eolica e 60 sistemi fotovoltaici installati sui tetti dei suoi stabilimenti.


Le novità della flotta

L’accordo di fornitura con l’azienda fondata da Jeff Bezos rappresenta un traguardo importante per Mercedes-Benz Vans. Per la divisione dei veicoli commerciali del brand tedesco è infatti il più ampio ordine di veicoli elettrici mai ricevuto e rende Amazon il suo più grande partner mondiale nel settore del trasporto sostenibile. Nella lista della spesa ci sono 600 eVito, furgone di medie dimensioni, e più di 1.200 eSprinter, evoluzione del modello precedente in grado di trasportare più merce in virtù delle sue dimensioni superiori.

Amazon flotta elettrica

L’impegno di Mercedes

Mercedes sta lavorando a pieno ritmo per diventare più sostenibile. La casa automobilistica sta raddoppiando i suoi sforzi per raggiungere gli obiettivi di “Ambition2039”, il suo percorso verso la neutralità climatica. Tra questi, c’è la volontà di eliminare le emissioni di Co2  da tutta la sua catena produttiva: dallo sviluppo alla rete di fornitori passando per la produzione; importante in questo senso sarà anche l’elettrificazione di tutti i suoi mezzi e il loro rifornimento con energia prodotta da fonti rinnovabili. Il marchio tedesco intendere rendere la sua flotta neutrale dal punto di vista delle emissioni in meno di vent’anni. Al momento, sono cinque i modelli totalmente elettrici e più di venti quelli di tipologia hybrid plug-in.

Le emissioni dell’azienda di Bezos

L’intesa con Mercedes permetterà ad Amazon di dare un impulso importante al taglio delle emissioni di Co2. Nel 2019 sono aumentate del 15 percento rispetto al 2018. In base ai dati forniti dal colosso dell’e-commerce, la sua impronta ecologica nel 2019 è stata di oltre 51 milioni di tonnellate di anidride carbonica equivalente, in aumento rispetto alle 44.4 del 2018. Le statistiche del 2018 erano state pubblicate lo scorso autunno dopo che i dipendenti avevano chiesto all’azienda di aumentare i suoi sforzi per contrastare i cambiamenti climatici.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.