AttualitàSalute

All’origine dell’anoressia

Sono molteplici le cause di questo disturbo alimentare, molte delle quali strettamente legate a traumi di natura psicologica difficilmente risolvibili

Ci è già capitato di trattare di disturbi alimentari, parlando di vigoressia e ortoressia, due patologie non molto conosciute in questo ambito, almeno non quanto la protagonista di queste righe, l’anoressia, fenomeno questo che a differenza della vigoressia colpisce soprattutto le donne. Se è scontato pensare che sia la particolare tendenza della nostra moderna società a proporre modelli di riferimento sottili e longilinei, è anche vero che le cause di questo disturbo potrebbero essere particolarmente variegate e complesse.


Questione di famiglia

Come dicevamo poco più sopra, le vittime principali di questa patologie sono le donne, in particolare colpite dalle 20 alle 25 volte più che gli uomini. L’elenco delle possibili cause per l’anoressia è insospettabilmente lungo, anche se non sorprende trovare ai primi posti origini psicologiche: il nucleo familiare è sicuramente un ottimo incubatore per questo tipo di problematiche alimentari. Una figura paterna assente, un’eccessiva protettività materna, un contesto familiare che premia eccessivamente disciplina e successo sono solo alcuni esempi di ambiente che può portare a disturbi dell’alimentazione, legati emblematici di un rifiuto a tutto ciò che viene loro imposto da altri, preferendo la sofferenza della privazione al compromesso. Nel caso di un genitore, solitamente il padre, assente da casa, queste persone possono sviluppare un senso di inadeguatezza e abbandono, da esorcizzare attraverso atteggiamenti alimentari problematici. Il paradosso è che le ragazze colpite da questo disturbo possono dipingere la propria situazione familiare come idilliaca, e i genitori solitamente sono estremamente orgogliosi delle loro bambine così ubbidienti, celando per eccessivo conformismo ogni disagio.

Scherzi della psiche

I fattori scatenanti di questi disturbi possono trascendere la famiglia per ritrovarsi radicati in problematiche legate al rifiuto in ambito amoroso o il ripetersi di diete estremamente ferree per raggiungere uno standard estetico imposto. Anche però cambi repentini di rapporto con la famiglia possono innescare questo disturbo, come ad esempio una forzata separazione o un lutto. Per di più altra patologie psicologiche, come depressione o ansia, sono state in qualche modo correlate all’anoressia, senza però che siano stati stabiliti con certezza i nessi di causa/effetto.

pressione socio-culturale

Pressione socio-culturale dietro l’anoressia

Un dato interessante è che l’anoressia abbia un’incidenza maggiore nei paesi industrializzati occidentali: alcuni studi hanno addirittura dimostrato che ragazze orientali trasferitesi in paesi occidentali hanno più probabilità di incappare in questo disturbo piuttosto che le loro coetanee rimaste in patria. Perché proprio in Occidente? Purtroppo l’ideale di magrezza e il culto dell’apparenza sono molto più marcati da noi in Occidente, dove l’interiorizzazione del modello ideale ci rende idealmente più appartenenti al gruppo. L’apoteosi del paradosso è che il cambiamento del ruolo della donna nella società, con la sua ritrovata emancipazione, indipendenza economica e maggior conflittualità di ruolo, ha portato ad una visione idealizzata della donna, incentivando la diffusione di alcuni disturbi alimentari.

Altre possibili cause sono da ricercare nel codice genetico, almeno secondo alcuni studi svolti da diversi gruppi di ricercatori, oppure legate addirittura al sistema immunitario.

Fonti: Pharmamedix – Stateofmind – Wikipedia – My-Personaltrainer – Benessere

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

TOPIC anoressia
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.