Hot TopicMedicinaSalute

5 rimedi naturali al jet lag

Esistono dei rimedi naturali al jet lag, il comune disturbo associato ai lunghi voli. Con qualche piccola attenzione sarà possibile limitarne gli effetti e soffrirne di meno le conseguenze.

Prima di salire su un aereo per un lungo volo può essere utile conoscere dei rimedi naturali al jet lag. Con jet lag si intende un disturbo che colpisce i viaggiatori che, volando, attraversano almeno tre fusi orari, finiscono per sfasare i loro ritmi circadiani, comunemente noti come «sonno-veglia».

jet lag rimedi naturali

Questo accade quando in volo ci si sposta longitudinalmente sulla superficie terrestre, il che ha come conseguenza che il periodo di luce, o di buio, in cui ci trova si allunghi, o si accorci, a seconda della direzione del volo, in maniera innaturale. Questo ha come sintomi: l’insonnia, la perdita di appetito, il mal di testa, la difficolta alla concentrazione e lo svegliarsi o l’avere sonno negli orari sbagliati. Ecco come limitare i disturbi di questo fenomeno.

1. Disciplina

Il metodo più efficace per porre rimedio naturalmente al jet lag è quello di, con grande disciplina, forzare il proprio corpo all’interno della nuova routine del luogo in cui si atterra. Quindi, stoicamente, è bene evitare la tentazione di schiacciare pisolini o farsi tentare dalle lusinghe di snack fuori orario, adattandosi, forzatamente all’ora e ai ritmi locali.

2. Luce solare

La melatonina è un ormone che regola i cicli sonno-veglia degli esseri umani. La sua produzione viene fortemente influenzata dalla luce. Ciò fa sì che sottoporsi a quanta più luce solare possibile, nelle giuste ore, aiuti a rimanere svegli, regolando il nostro orologio biologico. Questo piccolo trucchetto risulta molto valido anche a casa: coloro che hanno difficolta a svegliarsi la mattina dovrebbero sottoporsi a più luce possibile, evitando per esempio gli occhiali da sole appena svegli.

 3. Evitare sostanze chimiche

jet lag sostanze chimiche caffeina

Un lungo volo mette già a dura prova l’organismo, sfasandone l’orologio interno, aggiungere stimolanti o tranquillanti chimici non farebbe che peggiorare le cose, creando ancora più confusione. Quindi niente caffeina dopo mezzogiorno finché non si sarà ripreso il ritmo, e niente sonniferi, che andrebbero a inficiare la nostra capacità di recupero.

4. Niente smartphone o computer la notte

Per quanto posso risultare difficile dormire di notte è bene non farsi tentare da smartphone, computer, tablet o TV. La luce blu  dello schermo, infatti, come quella del sole, può influire sulla produzione di melatonina, ma nel momento sbagliato. Se non si sa che fare, molto meglio leggere!

5. Prepararsi in volo

jet lag rimedi prepararsi in volo

Orologio alla mano, è consigliabile prepararsi già in volo seguendo il ritmi del luogo in cui si atterrerà. Se necessario simulare il buio con mascherine o abbassando le tende, e tenersi attivi nelle ore «diurne» camminando o con qualsiasi altra attività

Bonus: il digiuno

Un rimedio piuttosto estremo ma efficace, digiunare nelle 16 ore precedenti l’arrivo fa sì che l’organismo subisca di meno gli effetti dell’alterazione del ciclo sonno-veglia, avendo la priorità indotta di nutrirsi. Anche senza arrivare ad un digiuno completo, in ogni caso, mangiare poco può comunque aiutare.

Conoscere qualche trucco può aiutare a godersi di più le vacanze o essere più efficienti per un importante viaggio di lavoro, ora l’unica cosa che manca è controllare che ci sia tutto in valigia!

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari riguardo il complicato mondo dell’alimentazione.