AmbienteEcologiaFrutta & Verdura

E se tra 10 anni il biologico fosse il nuovo convenzionale?

L’idea che tra 10 anni il biologico possa diventare una nuova forma di convenzionale può sembrare un po’ esagerata, ma c’è chi crede e lotta perchè questo scenario possa diventare realtà.

La possibilità che tra 10 anni il biologico diventi ciò che noi oggi consideriamo convenzionale può sembrare folle, ma c’è chi sarebbe pronto a dipingere scenari molto positivi in merito. Un esempio è Karina Diago – nella foto qui in basso – responsabile degli acquisti di un’azienda internazionale specializzata in prodotti biologici, in particolare per quanto riguarda il mercato del Sud America.

Karina Diago biologico tra dieci anni
Karina Diago biologico acquisti biologico

Biologico e clima incerto

«Quasi niente è certo ormai – ha raccontato Karina Diago – Il clima cambia ogni anno e ciò ha un impatto sulla produzione di vari frutti. Generalmente, in passato si poteva programmare con un anno di anticipo e si poteva essere sicuri che ci sarebbe stata una produzione disponibile. Oggigiorno, le stagioni non si possono più prevedere.» La preoccupazione della professionista è condivisa da molte persone ormai e non coinvolge certamente solo paesi come Cile e Colombia.

E se tra 10 anni il biologico fosse il nuovo convenzionale?

D’altra parte Karina Diago è approdata nel settore da dieci anni ormai e ha potuto vedere una trasformazione abbastanza radicale, aumentata man mano con l’inasprirsi dei cambiamenti climatici. Del resto lo sottolinea anche lei, i produttori più interessati a tematiche ambientali e salutari sono quelli che si dedicano alle produzioni biologiche. E sono sempre più agricoltori a dedicarsi a questo tipo di coltivazioni, anche se spesso nel Sud America, come vi abbiamo raccontato anche in un altro articolo, si combatte anche contro la deforestazione.

La quantità sempre maggiore di prodotti certificati biologici non solo ha un effetto benefico per l’ambiente, ma anche e forse soprattutto economico: maggiore sarà il mercato minore sarà il prezzo. Se oggi comprare biologico comporta una spesa tra il 20 e il 25% superiore rispetto al convenzionale, tra non molto questa differenza potrebbe appiattirsi completamente. «Al momento – continua Karina parlando del biologico – viene ancora visto come una tendenza e non tutti lo conoscono, lo riconoscono e lo acquistano. Tra dieci anni, invece, il biologico potrebbe essere visto come il nuovo convenzionale.»

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.