CulturaEcologia

Wetlands: nasce a Venezia la casa editrice green per sostenibilità e ambiente

La casa editrice Wetlands è pronta a declinare il tema della sostenibilità in modo originale e Venezia si prepara a essere al centro del progetto.

A Venezia è in fase di debutto la nuova casa editrice Wetlands. Questa realtà nascente mira a rendere la sostenibilità tanto un ideale di lavoro, quanto un tema letterario e la Laguna, tra sfide ambientali e possibilità, non poteva che dimostrarsi la sede perfetta. Il progetto si mostra originale, articolato e ambizioso e ora aspettative e curiosità per il futuro sono alle stelle.

Wetlands casa editrice
Foto; Kevin Menajang @Pexels

La casa editrice Wetlands

La casa editrice Wetlands si sta ormai affacciando sul panorama culturale italiano. Il progetto, nato nel 2021, incarna la volontà di dare spazio al sapere critico e alla riflessione su sostenibilità ambientale e sociale. Nel nome inglese si riflette, poi, il proposito di coniugare punti di vista internazionali e idee nate a livello locale. Venezia si configura, così, come il centro del progetto, valorizzata come luogo di unicità e presentata come il teatro di sfide connesse ad Antropocene e riscaldamento globale. Il catalogo in fase di sviluppo oscilla tra fiction e non fiction, declinando il proposito di rendere la mancanza di definizioni l’unica descrizione possibile per la nuova realtà.

Wetlands e sostenibilità

Per la nuova casa editrice Wetlands il termine sostenibilità rappresenta un vero e proprio principio motore. Il progetto è costruito sul carbon neutral e su una lavorazione dei materiali a “km 0”. Tutti i libri sono, dunque, stampati a Venezia, da manodopera locale, su carta ecosostenibile. Le copertine sono, poi, realizzate in alga carta. Il piano prevede l’uscita di 15 opere nel biennio 2022-2023, e un successivo ampliamento di catalogo di 10 titoli all’anno. I libri ruoteranno intorno a temi ambientali, sociali e urbanistici. Al centro dell’impresa no-profit rimarranno i valori di uguaglianza sociale, valorizzazione del pluralismo e rispetto del pianeta. Venezia verrà trasformata in un paradigma dalla valenza globale in cui prospettive diverse possano incontrarsi, fondersi e arricchirsi.

Un progetto solido

Wetlands presenta un valido progetto editoriale. Il catalogo riunirà al suo interno grandi scrittori internazionali e nomi emergenti del panorama locale, in un intreccio unico tra narrazione e ricerca. Le collane in cui i titoli verranno suddivisi sono a oggi tre. In “Barene” si troveranno pubblicazioni di Environmental Humanities realizzate in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari. In “Mude” saranno raccolte opere di autori internazionali che mettano in relazione Venezia con altre realtà mondiali. “Fondamenta” sarà, invece, la collana dei libri del tutto incentrati su storia, ambiente e cultura della città veneta. Tash Aw, Frank Westerman, Robert Davis e Costanza Jesurum sono solo alcuni degli autori che potremo associare alla nuova casa editrice.

La casa editrice Wetlands offre ai lettori una nuova prospettiva sul presente, pur mantenendo lo sguardo saldamente puntato al futuro. Oggi l’uomo sta influenzando l’ambiente in modi fino a qualche tempo fa ritenuti inconcepibili. I libri sono uno strumento prezioso per combattere ignoranza e indifferenza. Affermare che è il momento di voltare pagina non è mai sembrato così letteralmente esatto.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.