BevandeVini & Spumanti

Vino biologico: l’asso nella manica del Regno Unito post-Brexit

Il vino biologico potrebbe diventare l’asso nella manica dell’economia del Regno Unito post-Brexit, grazie anche ai nuovi produttori locali.

Il vino biologico è il best seller del settore – in rapida espansioni – degli alimenti naturali oltremanica. Un mercato in cui si stanno affacciando anche nuovi produttori inglesi e che potrebbe essere uno dei fattori di traino dell’economia del Regno Unito post-Brexit.

vino biologico Regno Unito

La crescita del vino biologico nel Regno Unito

I dati che emergono dal report prodotto dalla Soil Association indicano come il mercato biologico nel Regno Unito abbia raggiunto il volume maggiore di sempre. Una crescita costante che ha caratterizzato gli ultimi 8 anni per un valore che oggi raggiunge i 2 miliardi di sterline. Il vino biologico è tra i prodotti più ricercati con un mercato che da solo vale 50 milioni di sterline. Un’espansione tale che ha portato anche diversi produttori locali ad affacciarsi sul mercato.

L’importante domanda di vino biologico fa di questo prodotto una voce importante nel panorama economico del Regno Unito, specialmente nel periodo post-Brexit. Per quanto, naturalmente, si tratti di un prodotto per definizione di nicchia, la sua crescita esponenziale gli sta facendo acquisire un ruolo di spicco sul mercato del Regno Unito. Un’opportunità che potrebbe rivelarsi preziosa nel periodo post-Brexit aprendo le porte a un nuovo settore produttivo finora poco valorizzato. Il biologico, infatti, ha consentito anche ai produttori inglesi di proporsi sul mercato, cavalcando l’onda di un cambiamento delle abitudini di consumo meglio disposto alle novità naturali.


L’intero mercato bio sarà caratterizzato da un’importanza crescente per il Regno Unito post-Brexit. Con un giro d’affari in continua espansione potrebbe essere uno dei «cavalli vincenti» su cui si dovrebbe puntare oltremanica, specialmente si tratta di vino biologico, locale e d’importazione.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.