AmbienteEcologiaHot Topic

Via la plastica nei fiumi grazie a Ocean Cleanup

Dopo la pulizia degli oceani il team di Ocean Cleanup punta a togliere la plastica nei fiumi con una nuova iniziativa.

Sulla plastica nei fiumi ora cade lo sguardo di Ocean Cleanup, l’organizzazione no-profit che si dedica alla pulizia delle acqua dalla plastica. Il progetto Ocean Cleanup è stato lanciato lo scorso anno per iniziare una lenta ma sistematica pulizia della plastica presente negli oceani. L’organizzazione ora punta a intercettare l’inquinamento di plastica prima che raggiunga i mari. Per questo motivo il nuovo strumento dedicato alla pulizia dei fiumi si chiamerà «Interceptor».

plastica nei fiumi interceptor
Foto da Ocean Cleanup

LEGGI ANCHE: Ocean Cleanup: al via il super progetto per ripulire gli oceani

Interceptor, per dire addio alla plastica nei fiumi

L’idea di Ocean Cleanup  nasce dal desiderio del giovane olandese Boyan Slat di iniziare a ripulire gli oceani dalla plastica. Il sistema consiste in una enorme «scopa galleggiante» trascinata da navi e in grado di raccogliere la plastica accumulata nelle acque di superficie. La plastica raccolta in questo modo viene riportata a terra per essere riciclata o smaltita in modo più sicuri.

Il successo del progetto sugli oceani ha spinto Slat a guardare alla plastica nei fiumi. L’inquinamento di plastica nei mari e negli oceani arriva infatti per l’80% proprio dai fiumi. L’«Interceptor» ricalca il funzionamento del fratello più grande, funzionando come una «scopa» in grado di raccogliere fino a 50 tonnellate di plastica al giorno prima di dover rientrare in porto.

Si tratta di una piattaforma completamente autonoma, alimentata al 100% da energia solare destinata ad essere ancorata alla foce di un fiume per, appunto, «intercettare» la plastica e raccoglierla prima che arrivi in mare. Una rastrello galleggiante incanala la plastica verso la piattaforma. Un computer di bordo monitora costantemente le prestazioni e una volta raggiunta la massima capacità è in grado di avvisare le autorità che provvederanno al recupero e allo smaltimento della plastica. Al momento due «Interceptor» di prima generazione sono già  in funzione per raccogliere la plastica nei fiumi a Jakarta in Indonesia e sul fiume Klang in Malesia.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.