AnimaliAnimali selvaticiHot Topic

Vaccino per le api: il primo approvato negli Stati Uniti

Il primo vaccino per api arriva dagli Stati Uniti, aiuterà a proteggere gli alveari dalla piaga della peste americana che sta decimando gli insetti.

Il primo vaccino per api al mondo è stato approvato per l’uso sul campo dal governo degli Stati Uniti. Il Ministero dell’Agricoltura americano ha dato il via libera al prodotto realizzato dalla società di biotecnologie Dalan Animal Health che dovrebbe aiutare ad arginare l’epidemia di peste americana: una malattia diffusa ormai in tutto il mondo e che non sta lasciando scampo alle api da miele.

vaccino per api
Foto: Pexels

Il primo vaccino per api contro la peste americana

La peste americana è una malattia causata dal batterio Paenibacillus Larvae ed è considerata una delle malattie più gravi che possono colpire un alveare. Fino ad ora infatti per la peste americana non esisteva alcuna cura efficace e l’unico metodo per difendere il resto delle api rimaneva incenerire completamente l’alveare colpito e distribuire antibiotici ai restanti alveari nella speranza di evitare il diffondersi del batterio. Il nuovo vaccino per api che arriva da oltre l’Atlantico punta invece ad aiutare gli insetti, fornendo loro le difese necessarie a combattere il batterio e rendendoli così immuni agli effetti.

Cos’è la peste americana

Una tra le malattie delle api più pericolose la peste americana ha avuto origine, come il nome suggerisce, negli Stati Uniti ma in anni recenti si è diffusa pressoché in tutto il mondo con gravissimi danni non solo per gli apicoltori ma per l’ecosistema in generale. Una volta che il batterio Paenibacillus Larvae entra nell’alveare colpisce esclusivamente le larve delle api uccidendole. Un alveare colpito da peste americana è facilmente riconoscibile per il suo colore e per l’odore sgradevole.

La malattia non ha alcun impatto conosciuto sull’uomo ma ha invece un impatto devastante sulle api e sull’ecosistema. Le api non solo sono parte fondamentale dell’impollinazione delle piante in natura ma contribuiscono a gran parte dell’impollinazione delle colture alimentari. Per questo motivo sia la comunità scientifica che quella economica stanno guardando al nuovo vaccino per api con particolare interesse.

Come funziona il vaccino

Il nuovo vaccino per api funziona incorporando parte del batterio di Paenibacillus Larvae nella pappa reale somministrata dalle api operaie alla regina. La regina ingerisce questa super pappa reale di fatto “abituandosi” al batterio e sviluppando una resistenza che è in grado di trasmettere alle larve. Una volta dischiuse, anche le larve hanno mostrato immunità alla peste americana. I piani per il vaccino comunicati dall’azienda produttrice al momento sono di una diffusione limitata. Negli Stati Uniti i primi alveari trattati contro la peste americana dovrebbero arrivare già questo 2023.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.