AnimaliCulturaScienza

Uccelli giardinieri, corteggiamento da artisti

Gli uccelli giardinieri maschi si sfidano in costruzioni artistiche e, come veri e propri scultori e pittori, mirano a conquistare più femmine possibili.

Gli uccelli giardinieri sono un gruppo di passeriformi straordinari perché attraverso espressioni artistiche incredibili delineano strategie di corteggiamento. I maschi, infatti, al fine di conquistare le femmine creano strutture architettoniche d’effetto e le decorano con colori ed oggetti.

uccelli giardinieri
Fonte: wearenotafraid719904131

LEGGI ANCHE: Più di 3 miliardi di uccelli scomparsi dal Nord America, è crisi

Uccelli non solo giardinieri, ma artisti, scultori e pittori

Gli uccelli giardinieri maschi mettono in campo tutta la loro abilità per lasciare di stucco le femmine che vogliono conquistare. Cominciano, infatti, costruendo con ramoscelli, muschio ed altro delle vere e proprie piccole opere architettoniche, sfidandosi tra loro per realizzare la più complessa ed attraente e proseguono, poi, decorando le loro realizzazioni. Gli uccelli giardinieri, infatti, si esibiscono con costruzioni simmetriche fatte di rametti verticali intrecciati a copertura di un piccolo viale per il passaggio della femmina da conquistare, oppure con opere agganciate ad un alberello o ad una felce fatte di ramoscelli intrecciati che vengono poi decorate o ancora nidi d’amore ricoperti da tetti. Oltre all’opera architettonica, sempre caratterizzata da regolarità e precisione, gli uccelli giardinieri si dedicano anche alla decorazione ed all’ornamento della stessa. Cercano, infatti, di primeggiare dipingendo le pareti interne dei loro nidi d’amore, oppure di decorare gli stessi con piccoli oggetti poggiati sui rami, realizzano tappeti di muschio in aree dedicate delle strutture ove potersi esibire in danze e pavoneggiamenti ed ancora ornano gli ambienti di questi nidi d’amore con luccicanti accessori come piccole pietre bianche, tappi di bottiglie o pezzettini di vetro.

Il tutto sempre ordinato e con una disposizione artistica ragionata. Alcuni addirittura realizzano delle vere e proprie nature morte accatastando oggetti diversi in punti vari del nido d’amore come fiori rossi e funghi arancio, per chi predilige i colori chiari, o coleotteri neri, per chi è amante dei colori scuri. Chi ama il blu, invece, potrebbe optare per mirtilli in un angolo e piume azzurre in un altro: queste ultime ben in vista perché rare e, quindi, molto attrattive.

Il corteggiamento finale e il nido

Se però un nido d’amore architettonicamente perfetto, dipinto e ricco di ornamenti non fosse ancora sufficiente per convincere l’amata, il maschio, per fare la differenza e primeggiare, si lancerà in una danza di corteggiamento tecnicamente ed esteticamente ineccepibile, offrendo spesso anche tesori come dono nuziale. Le femmine molto attentamente osservano, esaminano e giudicano. Verificano la complessità architettonica dei nidi d’amore, le finiture, gli oggetti, nonché il piumaggio e le esibizioni del maschio. Se l’accoppiamento avviene, la femmina però si sposta in un nuovo nido che costruisce da sola ed ove cura tutte le fasi successive solitaria.

Ecco che allora il maschio ricomincia a sistemare la sua opera d’arte, accumulando piccoli tesori alla conquista di una nuova femmina. L’artista, architetto, scultore e pittore deve, però, porre sempre attenzione ai rivali perché se il proprietario si allontana intervengono per danneggiare l’opera o per accaparrarsi ornamenti e tesori. Quindi tante storie d’amore, condite anche con intrighi e rivalità.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.