AmbienteAttualitàEcologia

Treno a idrogeno: il primo al mondo parte in Germania

La Germania ha lanciato il primo treno a idrogeno al mondo. Il mezzo si muove autonomamente e ha sostituito una tratta prima servita da motrici diesel.

Un treno a idrogeno ha preso ufficialmente servizio in Germania. Si tratta del primo al mondo di questo tipo ad entrare in funzione. Due le motrici costruite che serviranno una tratta prima interamente servita da treni diesel.

tedesco il primo treno a idrogeno

È tedesco il primo treno a idrogeno

O meglio, francese. Le due motrici Coradia iLint entrate in funzione in Germania, sono infatti state costruite dalla francese Alstom, nota per essere costruttrice anche dei treni TGV. I treni a idrogeno copriranno una tratta di circa 100km tra le città di Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervoerde e Buxtehude nello stato della Bassa Sassonia, a nord del paese.

Come già ricordato, si tratta del primo treno al mondo dotato di questa tecnologia ad operare su una tratta non di prova. Altre 14 motrici verranno introdotte sulle linee tedesche entro il 2021. Le motrici andranno a sostituire altrettanti treni diesel, lanciando così una campagna di rinnovamento in chiave verde per le ferrovie tedesche. Per l’AD di Alstom, Henri Poupart-Lafarge «Il primo treno a idrogeno è pronto per la produzione in serie».

Addio diesel arriva il treno a idrogeno pulito

Addio diesel arriva il treno pulito

A differenza delle motrici diesel, necessarie per quei punti dove la rete elettrica non offre copertura, le motrici a idrogeno non inquinano. L’unico prodotto di scarto rilasciato infatti è semplicemente acqua. I nuovi treni possiedono un serbatoio di idrogeno e batterie sul tetto per immagazzinare l’energia prodotta in eccesso. Possono operare per circa 1000km ad una velocità di 140km/h prima di aver bisogno di rifornirsi, in modo del tutto simile a quanto avviene per le motrici a combustibile fossile.

Treno a idrogeno il primo al mondo parte in Germania

Il problema, attualmente, sono i costi. Lo stato della Bassa Sassonia ha speso circa 81 milioni di euro per il progetto nell’ottica del piano del governo tedesco di aumentare i consumi di carburante rinnovabile entro il 2050. Le motrici hanno un costo iniziale più alto ma, secondo Alcom, sono molto più economiche da mantenere una volta a regime. La Francia metterà in funzione la prima motrice entro il 2022. Tra le nazioni interessate a acquistare i treni a idrogeno ci sarebbero Inghilterra, Olanda, Norvegia, Canada e anche l’Italia.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.