AnimaliAnimali selvatici

Il tonno che si cuoce nuotando

Un tonno che si cuoce nuotando, talmente forti sono le contrazioni dei suoi muscoli. Si tratta del tonno pinne blu, un animale dalla potenza straordinaria.

Il tonno cuoce i suoi muscoli nuotando. Può sembrare impressionante, ma la quantità di energia che il tonno pinna blu è in grado di sprigionare semplicemente battendo la coda lascia senza parole. In fondo questo animale, che può arrivare a pesare anche mezza tonnellata, riesce a nuotare a velocità pari a 70 km/h.

Il tonno che si cuoce nuotando

Il tonno più potente

I numeri del tonno pinne blu sono impressionanti, anche se in passato ci è capitato più spesso di parlare del suo cugino più pregiato, il tonno rosso. Una femmina di questo esemplare è in grado di depositare fino a 40 milioni di uova, ma da queste, nelle zona di pesca interna, solo un esemplare rimarrà in vita oltre i 10 anni.

Tonno che si cuoce da solo

L’aspetto più impressionante di questo animale però è la potenza che riesce a generare con i suoi muscoli: spingere un animale di 500 kg in acqua a 70 km/h non è affatto semplice. La sua coda si muove così velocemente che l’occhio umano non riesce a seguirne i movimenti. Quando poi si trova in difficoltà il tonno pinna blu arriva al culmine della sua forza bruta, dimenandosi così violentemente da cuocere la sua stessa carne.

Tutta questa energia serve al pesce per compiere i lunghi viaggi migratori distanti anche 16.000 chilometri, percorrendone 10.000 in 50 giorni. È interessante come prima del ventesimo secolo fosse considerato un pesce velenoso e non veniva né pescato né cucinato.

TOPIC mareTonno
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.