AmbienteEcologiaLifestyle

Stufe a bioetanolo, pro e contro

Le stufe a bioetanolo sono uno dei tanti sistemi di riscaldamento alternativi ai classici impianti domestici con termosifoni. Scopriamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi.

Esistono pareri molto discordanti riguardo alle stufe bioetanolo, anche se apparentemente offrono una soluzione molto vantaggiosa per riscaldare l’atmosfera di una stanza. Per comprendere nel dettaglio gli aspetti positivi e quelli potenzialmente critici è necessario capirne il funzionamento basato sulla combustione dell’etanolo.

Stufe a bioetanolo pro e contro

Un’occhiata da vicino

Il primo aspetto da considerare è il combustibile, l’etanolo, o bioetanolo nel caso venga prodotto da fonti biologiche. Questo è una sostanza altamente infiammabile e dal grande potere riscaldante, che può essere prodotto, come anticipato, a partire da sostanze organiche. Ad esso è legata la prima criticità di questi apparecchi: l’odore emanato. L’etanolo che andrebbe utilizzato è quello denaturato a 96°, la cui combustione deve risultare in odore. In caso contrario quanto è consigliabile è di cambiare prodotto in favore di uno di maggiore qualità o verificare la piena funzionalità della stufa. Un altro aspetto limitante da tenere in considerazione riguarda il potere riscaldante delle stufe a bioetanolo. Esse non sono in grado di scaldare un ambiente ampio, piuttosto sono ottime per creare un’atmosfera giusta in una stanza o come fonte di calore supplementare.

fiamme stufa a bioetanolo

Ciò che rende queste stufe delle ottime soluzioni è invece il basso costo del combustibile, dai 3 ai 5 euro al litro, e la possibilità di installarle molto facilmente ovunque e a basso costo. La combustione dell’etanolo infatti produce una quantità minima di CO2 insieme a un poco di vapore acqueo. Ciò consente loro di funzionare senza l’ausilio di una canna fumaria ed avere un bassissimo impatto ambientale. Per ricapitolare, le stufe a bioetanolo, possono essere un ottimo supporto ad un altro tipo di sistema di riscaldamento, andando a sopperire alle mancanze di quest’ultimo in alcuni ambienti, oppure dando quel tocco estetico e riscaldante in più a qualche stanza. Ciò che conta per evitare problematiche e cattivi odori è di acquistare dei prodotti di qualità, a partire dalla stufa, fino ad arrivare al combustibile.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.