Food

Stranger Things e la pizza con ananas, la serie rilancia il dibattito sul piatto

Nella stagione 4 di Stranger Things alcuni protagonisti discutono sulla pizza con l’ananas, piatto molto controverso per noi italiani.

Stranger Things rilancia il dibattito sulla pizza con l’ananas. Nella parte finale della quarta stagione, la popolare serie tv fantascientifica targata Netflix ha riacceso i riflettori su un piatto molto controverso per noi italiani, ma apprezzato all’estero. O, perlomeno, lo ha fatto tra i fan delle avventure di Undici e compagni, che di sicuro hanno avuto accese discussioni su questo dettaglio culinario inserito dagli sceneggiatori. Ma, nel 2022, ha ancora senso il tabù della pizza con l’ananas o è tempo di abbatterlo definitivamente? In attesa di una risposta, riviviamo la scena in questione di Stranger Things. Messaggio per chi non ha ancora visto l’ultima stagione: da qui in avanti, trovate degli spoiler.

Stranger Things pizza ananas
Foto: denithy @Pixabay

Stranger Things, la pizza all’ananas nella 4^ stagione

Nel capitolo Nove di Stranger Things 4, l’ultima puntata della stagione, Undici deve prepararsi per la battaglia mentale contro Vecna per cercare di salvare Max e gli altri amici rimasti ad Hawkins. Ma per amplificare i suoi poteri e combattere a distanza la ragazza ha bisogno di una vasca piena d’acqua con molto sale in cui immergersi. Dove trovare tutto ciò? L’idea brillante viene ad Argyle, l’eccentrico amico di Jonathan: un vicino ristorante della catena di pizzerie per cui lavora, Surfer Boy Pizza.

Lì allora si precipita il gruppetto composto anche da Mike e Will. Ed è proprio nel locale che fa la sua comparsa la controversa pizza con l’ananas. Mentre gli innamorati Undici e Mike si confidano l’una con l’altro seduti ad un tavolo, Argyle gliene serve una. “Amico, ma questo è ananas”, esclama Mike esterrefatto.

Ma il pizzaiolo replica: “provare prima di rifiutare”. Nel mentre Undici ha già addentato una fetta e, con faccia soddisfatta, dà il suo giudizio: “molto buona”. Lei e Argyle invitano poi Mike, che etichetta l’ananas sulla pizza come “blasfemia”, a mettere da parte il suo pregiudizio, forzandolo ad assaggiarla.

Il dibattito sul piatto

Il divertente siparietto in Stranger Things riassume alla perfezione le posizioni sulla pizza con l’ananas: o la sia ama o la si odia, niente vie di mezzo. Così, mentre Undici e Argyle prendono le difese di chi approva il frutto esotico sciroppato sul pomodoro e sulla mozzarella, Mike sembra rappresentare gli italiani più puristi e conservatori quando si parla di pizza.

L’easter egg su Argyle e l’ananas

Sempre parlando di pizza, la quarta stagione di Stranger Things nasconde un easter egg, un elemento nascosto dagli sceneggiatori che regala una sorpresa ai fan. Sul van guidato da Argyle per le consegne delle pizze, mezzo che usa per le fughe con Undici e compagni, è presente il numero della pizzeria: 805-45-PIZZA. Alcuni appassionati della serie hanno provato a chiamarlo, ottenendo una risposta dalla voce registrata di Argyle.

Surfer Boy Pizza, parla Argyle. Qui a Surfer Boy solo roba fresca, tranne il nostro ananas, che viene dalla lattina, ma continuo comunque a raccomandare di metterlo sulla pizza. Oh, la frutta sulla pizza è insidiosa dici? Beh, provala prima di rifiutare”, recita il messaggio.

Pizza con l’ananas, le origini

Quello sulla pizza con l’ananas è un dibattito che va avanti almeno dal 1962. Risale a quell’anno infatti l’inserimento in menu della pizza hawaiana, nome ufficiale con cui è conosciuta nel mondo la pizza con ananas e prosciutto cotto, nel ristorante “The Satellite” di Chatham-Kent, Ontario (Canada). Lo spunto venne al titolare, Sam Panopoulos, dopo averne assaggiata una negli Stati Uniti. Proprio per questa intuizione, Panopoulos, morto nel 2017, ha a lungo rivendicato di essere il vero inventore della pizza con l’ananas. Di certo, è stato un innovatore. E ora il piatto a cui ha regalato la popolarità globale, è anche in una delle serie tv più amate di sempre.

blank
Giornalista, ex studente della Scuola di Giornalismo Walter Tobagi. Osservatore attento (e preoccupato) delle questioni ambientali e cacciatore curioso di innovazioni che puntano a risolverle o attenuarne l'impatto. Seguo soprattutto i temi legati all'economia circolare, alla mobilità green, al turismo sostenibile e al mondo food