AttualitàLifestyle

Snackbot, il robot che consegna snack salutari (e non)

L’idea di Snackbot arriva dagli USA dove dove è stato messo a punto un robot distributore automatico che consegna snack salutari on demand.

Snackbot è un mezzo robot mezzo distributore automatico dedicato a chi vuole uno snack salutare al volo consegnato ai propri piedi. Perché camminare fino al lontano distributore quando è invece possibile farsi consegnare uno snack direttamente alla propria postazione, senza nemmeno doversi alzare dalla sedia? Se la concentrazione (o siamo pure onesti, la pigrizia) è troppa e non si ha nemmeno il tempo di fare due passi alla macchinetta per un cracker o un sacchetto di patine, ecco che si prospetta la soluzione ideale. Negli Stati Uniti è arrivato infatti il primo distributore automatico robot mobile su richiesta. Come si dice, se la montagna non va a Maometto…

California il primo distributore automatico robot

In California il primo distributore automatico robot on demand

L’invenzione si chiama, con non troppa fantasia per la verità, «Snackbot». Il progetto nasce dalla partnership da PepsiCo assieme con un’altra azienda americana Robby Techologies ed è attivo da inizio gennaio presso la statunitense University of the Pacific in Stockton, California. Dalle 9 del mattino fino alle 17 gli affamati studenti a stelle e strisce potranno evocare il robottino col semplice tocco di un indice. Per il momento solo gli utenti Apple con sistema IOS e un apposito account presso la facoltà, potranno chiamare il distributore automatico robot attraverso una apposita app dedicata.

Il robot, una volta ricevuta la chiamata, si guida da solo in autonomia. Al momento il sistema non è ancora in grado di portarvi le patatine proprio fin sotto la scrivania. Esistono tuttavia almeno 50 punti differenti che la flotta di Snackbot può raggiungere su tutto il campus. PepsiCo pensa di aumentare fino a 50mila i punti di chiamata disponibili entro l’anno estendendo il servizio su un’area molto più ampia del solo campus universitario e fornendo il servizio 24 ore su 24.

Sempre più sistemi di consegna automatizzati

Pioggia, neve, buio totale e nemmeno le temutissime scale possono fermare Snackbot. Il robot è dotato infatti di un sistema a sei ruote motrici in grado di arrampicarsi pressoché ovunque e luci integrate con videocamera per navigare anche in condizioni di poca luce. A massima carica può percorrere fino a 32km al giorno e rispondere così ai richiami di decine di studenti a caccia di cibo.

distributore automatico robot a domicilio si chiama Snackbot

Al momento il sistema consente la consegna di alcuni snack selezionati ma l’obiettivo è quello, un giorno, di essere in grado di fornire anche snack su richiesta. In futuro potrebbe essere disponibile anche un sistema di refrigerazione e quindi alimenti, dolci e bevande fresche invece che confezionate. Quello di Snackbot è solo l’ultimo esempio di un trend in crescita.

È presto per dire se si tratta del futuro dei distributori automatici. Fatto resta che sempre più tra grandi e piccole aziende si stanno organizzando per la consegna automatica basata su app, droni e robot in grado di consegnare le portate direttamente in mano al cliente. Grazie anche ai notevoli progressi nel campo dell’intelligenza artificiale presto potrebbe essere possibile ricevere pranzo, cena o un semplice snack non solo fin sotto casa ma fino a portata di braccio. Per la gioia di tutti i pigri che non avranno più nemmeno bisogno di alzarsi dalla sedia per uno spuntino.

TOPIC Robotsnack
blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.