FoodFrutta & Verdura

Semi di zucca: tutti i segreti per tostarli in casa

Si avvicina a passi giganti la stagione fredda e al supermercato è sempre più facile trovare qualche bella zucca da cucinare. I semi finiscono quasi sempre nella spazzatura, eppure si possono tostare a casa per uno snack buono e salutare. Ecco come fare!

I semi di zucca sono un alimento ricco di proprietà ottime per il nostro organismo combinata con una spiccata propensione a diventare snack veloci da preparare e perfetti per chi vuole qualcosa di saporito da sgranocchiare con poche calorie. Quindi ecco cosa fare dopo aver acquistato una bella zucca, magari per preparare un gustoso risotto sposandola con del delizioso taleggio o, perché no, usandola direttamente come contorno arrostita al forno con qualche aroma.

Ricetta dei semi di zucca tostati

Una tostatura corretta

Una volta comprata la zucca, dicevamo, dovrete pulirla e raccoglierne i semi in una ciotola. A quel punto sciacquateli attentamente sotto l’acqua in modo che non rimangano parti della polpa attaccate. Non rimane altro che asciugarli con cura, possibilmente lasciandoli su carta assorbente per otto ore buone.

Ora, per la tostatura vera e propria avete tre alternative. Se volete preparare i semi di zucca nel forno dovrete scaldarlo preventivamente a 150 gradi; una volta in temperatura potrete metterli ancora umidi, a patto di lasciarli in forno almeno 45 minuti, girandoli ogni 15. I tempi sono indicativi ovviamente, ma vi basterà tenerli d’occhio per controllare che prendano un colore scuro, segno inconfondibile che i semi di zucca sono pronti.

Semi di zucca: tutti i segreti per tostarli in casa

In alternativa potrete usare il forno a microonde, dove impiegherete molto meno tempo, basta ricordarsi di aggiungere un filo di olio nella ciotola e girarli ogni due minuti. Dopo poco meno di dieci dovrebbero essere pronti. Infine potreste provare a prepararli in padella, ottenendo una tostatura pressoché perfetta in un’oretta.

Una volta pronti potrete conservarli in casa – se protetti da un contenitore – per oltre 3 mesi, e se voleste provare una versione più gustosa ecco un trucco: immergete i semi prima della tostatura in acqua e sale per 24 ore, poi asciugateli e scegliete il vostro metodo di tostatura preferito. Vedrete che avranno una marcia in più rispetto alla loro controparti naturali, garantito!

Fonti: aiafood.com – cure-naturali.it

Matteo Buonanno Seves
Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.