Dolci & PasticceriaFood

I segreti per un tiramisù perfetto

Oggi vi raccontiamo i segreti per un tiramisù perfetto, tutta una serie di consigli per preparare uno dei più iconici dessert d’Italia. Ecco, secondo gli esperti, a cosa dovete fare attenzione.


Sapete quali sono i segreti per un tiramisù perfetto? Quando si tratta di ricetta, si sa, è difficile trovarne una che vada bene in assoluto, ma ci sono sicuramente alcuni consigli intramontabili per il vero tiramisù tradizionale. La presenza del cacao, il tempo di inzuppo del caffè, la scelta dei biscotti, la consistenza del mascarpone, sono tutti esempi di cose a cui fare attenzione.

Segreti per un tiramisu perfetto

Scegliere il biscotto giusto

Non c’è nemmeno da discutere su questo punto, meglio mettersi il cuore in pace: non c’è biscotto migliore del savoiardo per fare un ottimo tiramisù. Lo sappiamo che con i Pavesini si può ottenere un dessert più leggero, ma la linea non può essere sempre il primo problema. Se volete il vero tiramisù dovrete usare i savoiardi, ma sappiate che non tutti i savoiardi sono uguali: se preferite che il biscotto non si rammollisca eccessivamente dovete scegliere la versione più secca.

Il caffè perfetto

Per un tiramisù perfetto occorre il giusto caffè. Questo dovrebbe essere preparato il giorno prima, esclusivamente con la moka, e lasciato riposare in una bottiglia chiusa, possibilmente fuori dal frigorifero. Non va assolutamente zuccherato, visto che andrà ad inzuppare dei biscotti che sono di per sé già dolci. Nel caso ci si sia trovati con poco caffè si può allungare con un po’ di acqua.

Segreti per tiramisu perfetto

Inzuppare bene il savoiardo

Altro passaggio fondamentale per il tiramisù è sicuramente l’inzuppo del savoiardo. In questo caso ci sono due scuole di pensiero altrettanto valide, ma il punto rimane uno per entrambe: non trasformare il biscotto in una spugna. Per evitare eccessi di caffè si può inzuppare il biscotto molto velocemente da entrambi i lati, in modo che il cuore rimanga comunque più secco dell’esterno. In alternativa si può inzuppare un singolo lato e posizionare poi i savoiardi con il lato umido verso l’alto, in modo che sia la gravità a far impregnare il biscotto verso il fondo, senza eccessi.

La crema di mascarpone è fondamentale

La crema di mascarpone è un’altra parte fondamentale per un tiramisù a regola d’arte: per prepararla al meglio bisognerebbe usare uova freschissime, possibilmente biologiche. Potreste usare del marsala per mitigare il forte odore del tuorlo, o in alternativa una goccia di essenza d’arancia.

I segreti per un tiramisu perfetto

Il cacao va messo?

Il tiramisù è un dolce che gioca moltissimo sul contrasto tra dolce e amaro: mascarpone e biscotti sono dolci, caffè e cacao devono essere amari. Per qualcuno potrà sembrare una rinuncia ma sarebbe meglio evitare scaglie di cioccolato varie, soprattutto se al latte. In ogni caso per la ricetta tradizionale andrebbe messo esclusivamente in cima alla preparazione, una spolverata abbondante. Spolverata che in ogni caso andrebbe fatta solo prima del servizio.

La sosta in frigorifero

È molto importante per il tiramisù fare una sosta in frigorifero per potersi «assestare» perfettamente, anche se c’è qualche diverbio sulla giusta lunghezza di questo periodo. La maggior parte delle fonti riporta un tempo di attesa di 3 ore, ma qualcuno sostiene che una notte passata nel frigo sia il modo migliore per servire il tiramisù dalla consistenza perfetta.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.